Home » Bambini » Emergenza con i bambini, cosa fare nei primi 5 minuti

Emergenza con i bambini, cosa fare nei primi 5 minuti

Cosa fare nei primi 5 minuti in caso di emergenza con i bambini? La risposta a questa domanda arriva direttamente dagli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma che danno preziosi consigli su come intervenire nei primi 5 minuti di un’emergenza che riguarda i più piccoli. Tra le emergenze più comuni ci sono ferite, traumi, ingestione o inalazione di oggetti pericolosi, annegamenti, avvelenamenti e ustioni.

In caso di ingestione di corpi estranei la raccomandazione è quella di non indurre il vomito nè non rimuovere l’oggetto con pacche dorsali. Se l’emergenza consiste in un trauma si consiglia di non muovere ossa o articolazioni, applicare ghiaccio, tenere l’arto a riposo e fare eseguire esami diagnostici al bambino. In causa di trauma cronico è necessario non muovere il bambino, ma se perde coscienza, ha amnesie o disturbi dell’equilibrio andate al pronto soccorso.

Se ci si trova davanti ad un caso di avvelenamento bisogna contattare il centro antiveleni e comunicare la sostanza tossica, chiamare il 118 se le condizioni sono gravi. Niente panico anche in caso di semi annegamento. Se il piccolo non respira, occorre iniziare le manovre cardio-respiratorie e mettere il bambino in posizione di sicurezza in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Semi di Chia, tutte le proprietà e i benefici

Semi di Chia, tutte le proprietà e i benefici dei minuscoli semi che si ricavano ...

Condividi con un amico