Home » Bambini » Bonding, i segreti del legame che unisce genitori e figli

Bonding, i segreti del legame che unisce genitori e figli

Mother cradling newborn infant

Con Bonding si definisce lo stretto legame affettivo che si instaura alla nascita tra i genitori e in particolar modo tra madre e figlio. Tra i primi a studiare il Bonding sono stati Phyllis Kennel e Marshall Klaus: i due studiosi considerano il Bonding un legame unico e irripetibile che si instaura tra genitore e figlio, fin dalla nascita e che dura per sempre.

Il Bonding è quel legame unico che unisce sin dai primi istanti di vita il neonato e la mamma. È stato studiato che nei primi 60-90 minuti dopo la nascita, il neonato si trova nello stato di veglia tranquilla nel quale apre gli occhi, guarda i genitori, ascolta la loro voce e cerca da solo il seno della mamma.

Per favorire l’instaurarsi di un profondo Bonding è importante che il neonato venga posto, subito dopo la nascita sulla pancia o sul petto della mamma per sentire il suo calore, il battito del cuore e la sua voce. Un ruolo cruciale è giocato anche dall’allattamento, quel momento speciale in cui mamme e bebè condividono emozioni e sensazioni tattili, acustiche e olfattive uniche. Anche il massaggio neonatale può essere un ottimo strumento per avviare il processo di Bonding. Massaggiare il bambino, coccolarlo e toccarlo delicatamente è infatti un modo per mantenere un contatto fisico e tattile, un modo per ricostruire il legame tra mamme figlio che si è spezzato con la nascita.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

TripAdvisor, italiani in vacanza con gli amici a quattro zampe

In vacanza con gli amici a quattro zampe. L’amore per gli amici a quattro zampe ...

Condividi con un amico