Home » Bambini » Pesce in gravidanza, no al tonno per rischio mercurio

Pesce in gravidanza, no al tonno per rischio mercurio

Tonno sconsigliato alle donne in dolce attesa? Secondo recenti studi, le donne in gravidanza dovrebbero limitare il consumo di tonno perché è troppo ricco di mercurio. In genere i pesci di taglia grande, come il tonno e il pesce spada, tendono ad accumulare maggiori quantità di mercurio nei loro tessuti rispetto ad altri pesci di media o piccola taglia.

Proprio la presenza del mercurio metterebbe a rischio la salute della mamma e del piccolo che porta in grembo. Secondo gli esperti il mercurio, la cui presenza in molti pesci negli ultimi venti anni è aumentata del 30%, agisce negativamente sul sistema nervoso del nascituro compromettendone lo sviluppo.

Durante i nove mesi di gestazione si raccomanda il consumo di pesce ma il consiglio alle donne incinte è quello di optare per pesce azzurro indicato come uno tra gli alimenti più validi per la sua particolare ricchezza di grassi omega 3. Via libera dunque ad alici e sardine ma anche sgombri e specie meno conosciute, come palamite, spratti e aguglie. Sì anche al pesce bianco (orata, branzino, cefalo) le cui carni forniscono buone quantità di tutti gli aminoacidi essenziali per la crescita e svolgono una efficace azione remineralizzante per la ricchezza di potassio e magnesio.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Ecco il gene che “brucia” l’obesità

E’ italiana la ricerca che potrebbe cambiare per sempre il modo di trattare l’obesità. Dai ...

Condividi con un amico