Home » Benessere » Medicina interna ed ematologia: è con noi, il Prof. Pier Mannuccio Mannucci

admin

8 commenti

  1. Gentile prof. Mannucci mia moglie ha 53 anni da un controllo delle analisi del sangue abbiamo constatato che il valore anti parietale gastriche sono risultati pari a 1:800, mentre la vitamina B12 è stata di 1347. Questi valori alti che genere di disturbi possono creare? Mia moglie da due anni accusa dei dolori alle ginocchia ed è stata visitata sia da neurologi che da reumatologi e nessuno è stato in grado di dare una spiegazione dettagliata e risolvere il problema.
    La ringrazio e porgo distinti saluti

  2. salve dottore,sono un ragazzo di 30 anni piastrinopenico.la mia storia inizia nel ottobre del 2008,quando ho incominciato ad avere stanchezza fisica e lividi su tutto il corpo”sono uno sportivo”.in ospedale,in fase di controllo avevo 12000 piastrine,quindi mi hanno ricoverato e fatto dosi di emoglobulina.ieri stesso discorso le piastrine erano 4000 quindi il ricovero e stato fulmineo.il problema e che il mimollo produce pistrine tranquillamente,come dicono i referti,ma qualcosa le attacca e le distrugge.dottore saprebbe darmi un suo parere,magari stò più tranquillo con un suo giudizio.grazie cordiali saluti

  3. G.mo dottore, ho 37 anni, non fumo, bevo 1/2 bicchiere di vino rosso solo a pranzo, seguo un’alimentazione varia,equilibrata e iposodica. Fino a qualche mese fa praticavo attività fisica aerobica regolare( corsa,bici)soprattutto per scaricare stress ed ansia che circa due anni fa mi avevano procurato attacchi di panico che tengo sotto controllo attraverso terapia farmacologica. La PA è borderline 140/90. Attualmente non riesco a praticare attività sportiva regolare in quanto a fine settembre 2010, durante un allenamento, mi sono dovuto fermare a causa di una tachicardia. Ero fermo da circa un mese per l’estrazione del dente del giudizio inf. dx. incluso che mi ha procurato non pochi problemi(antibiotici per 10gg tra il pre e post ‘intervento’ e, nonostante la copertura antibiotica, la comparsa di placche bianche alla gola, hanno indotto il mio medico a prescrivermi ulteriori 4gg di rocefin). La ripresa dell’attività fisica è avvenuta una ventina di gg dopo la perfetta guarigione ma con la comparsa di una patina bianca sulla lingua e un notevole senso di sete malgrado beva 2-3 L di acqua al giorno sia quando mi allenavo che a riposo. Naturalmente, per venire a capo delle cause di questa tachicardia, sto seguendo diverse strade(psichiatrica-aggiustamento terapia farmacologica;cardiologica(visita cardiologica-ecg,holter pressorio 24h,holter cardiaco 24h,ormoni tiroidei-tutto negativo);medicina sportiva-test da sforzo- negativo);EMATOLOGICO-riporto i risultatati delle ultime analisi effettuate: GLICEMIA BASALE: 87MG/DL 60-110; BILIRUBINA TOT. 0,80 MG/DL fino a 1.10; BILIRUBINA DIR. 0,16 MG/DL fino a 0.30; BILIRUBINA IND. 0,64 MG/DL fino a 0.80; COLESTEROLO TOT. 183 MG/DL 55 LDL 99 MG/dl <130 TRIGLICERIDI 64 MG/DL <170 SODIEMIA 143 mEq/L 137-145 POTASSIEMIA 4,2 mEq/L 3.6-5 MAGNESIEMIA 2,1 mg/dl 1,6-2,3 RBC 5130.000/mmc 4.500.000-5.800.000 WBC 7200 /mmc 4.000-10.000 HB 14,7 g/dl 13-17 HB% 91,9 VG 0,90 EMATOCRITO 44,6% 40-52 MCV 86,9 fl 82-92 MCH 28,7 pg 27-31 MCHC 33,0 g/dl 32/36 NEUTROFILI 59% 40-70 EOSINOFILI 1% 1-6 BASOFILI 0,0 % 0-1 LINFOCITI 33,6% 20-45 MONOCITI 6,4% 2-8 PIASTRINE 192.000/mmc 150.000-400.000 VES Iora 10mm/h VES IIora 20mm/h INDICE DI KATZ 10.0 2-10 TAS 400 IU/ml fino a 200 PCR <6 mg/l <6 GOT 29 U/l fino a 35 GPT 42 U/l fino a 41 ELETTROFORESI DELLE SIERO PROTEINE PROT.TOT. 6.80 G/dl A/G 1.05 ALB. 51.3% 3.48G/DL 55-68 ALFA1 5.0 % 0.33G/DL 2-4.5 ALFA2 9.5 % 0.64G/DL 5.5-8.3 BETA 14.1% 0.95G/DL 7-14 GAMMA 20.1 1.36G/DL 12-22 Il medico sportivo mi ha detto di tralasciare la sua pista e di valutare con il medico di base la necessità di indagare sulle alterazioni della TAS e del QPE. Lo specialista in psichiatria mi ripete di tenere disgiunti(fino a prova contraria) gli eventi psichici da quelli organici. Il medico di base vuole approfondire ma, secondo lei prevale la componente psichica. Fino ad oggi non avevo dato molto peso a queste situazioni perché il mio fisico rispondeva bene agli stimoli allenanti ma, come Le ho detto in precedenza, la tachicardia e soprattutto un calo NOTEVOLE nelle prestazioni fisiche, mi inducono a ricercarne le cause. Secondo la SUA esperienza, in base alla mia esposizione dei fatti(scusi se mi sono dilungato ma ci tenevo a darLe un quadro quanto più preciso possibile della mia problematica), una TAS così alta(era 200 alla fine del 2009), abbinata al QPE un po' alterato può evidenziare una infiammazione pregressa o ancora in atto di qualche organo in grado di procurare i sintomi precedentemente descritti? Secondo la Sua valutazione con quali altri esami clinici posso integrare il quadro delle possibili cause? Infine, g.mo dottore, il mio medico di base ritiene che, la sodiemia, pur rientrando nei limiti, è un pò alta visto che mangio quasi senza sale: non so che valore possa avere questa affermazione ma glieLa riporto per una eventuale Sua considerazione. La ringrazio immensamente per il tempo che vorrà dedicarmi e, in attesa di una Sua cordiale risposta, le auguro un buon lavoro.

  4. Gentile dottore
    sono una signora di 31 anni positiva al fattore V leiden in eterozigosi con endometriosi IV stadio
    Ho fatto nel 2006 dei controlli al dipartimento di medicina trasfusionale e questi furono i risultati (ma possono cambiare nel tempo?)
    PROTEINA C metodo coagulativo 105% (valori 70-130)
    PROTEINA C metodo cromogenico 96% (valori 70-140)
    PROTEINA S LIBERA met. coagulativo 81% (valori 50-120
    APA-IgG 2 (valori inferiore a 11)
    APA-IgM 1 (valori inferiori a 9)
    aCL-IgG 4 (valori 10 positivo)
    PT 107% (valori 70-120)
    APTT 36 (28-40)
    FIBRINOGENO 386 (valori 200-400)
    ANTITROMBINA III 110% (80-120)
    DIMERO D 0.31 (<0.5)
    APTT RATIO 1.05 (<1.20)
    APTT mix 33 (28-40)
    KCT 88 (60-100) ratio 1.11 (<1.20)
    KCT Mix 86 (60-100)
    DRVVT 34 (33-39) Ratio 1 (<1.20)

    OMOCISTEINA 8.2 (valori 5-15)
    MUTAZIONE PROTROMBINA G20210A assente
    Marcatori trombofilia: G1691A presente eterozigosi (fatt. V Leiden?)
    PTH Assente
    MTHFR Assente

    Volevo sapere se è consigliabile nel mio caso prendere la cardio-aspirina giornalmente insieme all'acido folico (mi hanno detto che l'unico adatto a me è il Prefolic, sarà vero?), e poi quando avrò le beta positive l'eparina.
    Le chiedo questo perchè dovrò fare una fecondazione assistita ma il medico è dubbioso se darmi l'eparina già da inizio soppressione con pillola (per 20gg), continuando poi con stimolazione ormonale, pick up ovocitario e poi transfert.

    è bene rifare alcuni esami tra quelli elencati o anche degli altri? ad esempio mi sembra di non aver fatto gli ANA !

    La ringrazio per la gentilezza che avrà nel rispondermi
    Alessia G.

  5. Gentile professore,
    sono affetto da glaucoma da circa 11 anni. Sono sempre stato seguito dall’equipe dell’ospedale San Giuseppe, ora trasferita presso l’Auxologico. Il mio medico è giunto alla conclusione che il mio problema sia legato alla circolazione periferica e mi ha consigliato di rivolgermi ad un esperto di medicina interna con competenze cardiocircolatorie. Saprebbe darmi suggerimenti in merito?
    La ringrazio anticipatamente.

  6. buonasera,volevo chiederle io sono affetta da piastrinopenia autoimmune da 4 anni se faccio un tatuaggio rischio qualcosa?grazie

  7. buongiorno , ho fatto le analisi del sangue e delle urine e i valori sono quasi tutti nella norma.
    ho basso tasso d’emoglobina ma per me e’ un fattore genetico ereditato da mia madre , quindi fin qui tutto ok.
    non capisco invece una cosa, ho un valore dei leucociti pari a 3,8 (4/10) ma la formula leucocitaria e’ ok : neutrofili 57,5 (40/75) – eosinofili 2,5 (0/6) – basofili 0,6 (0-1,5) – linfociti 32,6 (19/48) – monociti 6,8 (1/10) , da cosa puo’ dipendere? devo preoccuparmi?
    premetto che sono un tipo che fa molto sport e che nel periodo delle analisi prendevo medicine e fermenti lattici per curare un disturbo di digestione/feci molli che oggi e’ passato del tutto o quasi.
    Grazie
    Saluti

  8. Gentile Dott. Mannucci,
    Le scrivo per avere un Suo parere in merito agli esiti sullo screening della coagulazione che ho sostenuto, come esami preventivi per poter affrontare nei prossimi mesi un iter di procreazione medicalmente assistita, e che hanno evidenziato la presenza di MUTAZIONE OMOZIGOTE su MTHFR C677T.
    Esistono, a Suo avviso, problematiche che potrebbero ripercuotersi, o accorgimenti terapeutici da attuare, durante l’eventuale gravidanza e/o (nel caso non avessi figli) durante il corso della mia vita?
    Ringraziandola anticipatamente porgo i miei più sentiti saluti.
    Grazie Anita

    Seguono gli esiti dello screening della coagulazione:
    FATTORE V 131%
    FATTORE VIIIC 111%
    FATTORE II G20210A assenza di mutazione
    MUTAZIONE MTHFR C677T presenza di mutazione omozigote
    OMOCISTEINA 11.22micromol/L
    aCL Ab.anti-cardiolipina IgG 1.3 GPL-U/ml
    aCL Ab.anti-cardiolipina IgM 3.7 MPL-U/ml
    B2GPI Ab.anti-beta2-glicop.I IgG 0.7 U/ml
    B2GPI Ab.anti-beta2-glicop.I IgM 0.7 U/ml
    P.T. 102%
    I.N.R 1.03 inr
    a.P.T.T. 32 SECONDI – RATIO 1.00 ratio
    fibrinogeno 277mg/dl
    antitrombina III 94%
    D-Dimero 53 ng/dl
    Proteina S funzionale – proteina S libera 101%
    Proteina C coagulativa – Proteina C cromo genica 11%
    APC resi stance negativa
    LAC Screen 30.60 sec.
    LAC Screen 0.95 ratio

x

Guarda anche

La cura di bellezza del sangue passa dallo stomaco

Avevate mai pensato che anche il sangue ha bisogno di una “cura di bellezza” ogni ...

Condividi con un amico