Home » Benessere » Al Pascale di Napoli, rimosso tumore al polmore in soli 20 minuti

Al Pascale di Napoli, rimosso tumore al polmore in soli 20 minuti

All’istituto Pascale di Napoli una donna di 47 anni è stata sottoposta ad un intevento di chirurgia toracica con una nuova tecnica operatoria non invasiva, con taglio di appena 2 centimetri e senza anestesia generale.
L’equipe del dottor Gaetano Rocco, del dipartimento toraco polmonare dell’Istituto tumori Pascale, ha rimosso un carcinoma dal polmone destro della donna inserendo in un piccolissimo taglio dei sofisticati strumenti di pochi millimetri e aspirando il tumore.
L’intervento è durato 80 minuti ma l’aspirazione del carcinoma è stata effettuata in soli 20 minuti. Il dott. Rocco così commenta: «La donna per tutta la durata dell’intervento è stata cosciente, le abbiamo solo somministrato un anestetico locale e un sedativo blando. Questa tecnica è stata usata precedentemente solo in Inghilterra, neanche in America è stata mai utilizzata». La donna è stata dimessa dopo poche ore dall’intervento e attualmente segue un ciclo di chemioperapia. La nuova tecnica è stata pubblicata sulla rivista scientifica “Annali di Chirurgia toracica”.
La donna è rimasta sveglia durante tutto l’intervento e non ha perso la capacità polmonare, ha subito solo un piccolo taglio di due centimetri. Il direttore generale del Pascale Tonino Pedicini ha spiegato che fino a pochi anni fa questo tipo di intervento era molto invasivo e spesso le persone perdevano una parte del polmone, oggi invece non è più così.
Questa tecnica chirurgica rappresenta sicuramente l’avanguardia in Europa per combattere i tumori polmonari.

admin

0 Commenti

  1. Alla luce di quanto è avvenuto al Pascale, noi malati di cancro al polmone con insufficienza respiratoria molto severa, qualche speranza di intervento l’abbiamo?

  2. Mia madre, 61 anni, è affetta da carcinoma squamoso scarsamente differenziato alla carena broncogena. Il tumore ha interessato anche i bronchioli terminali… qualcuno potrebbe darmi qualche informazione e/o speranza di un’eventuale endoprotesi? Grazie

x

Guarda anche

Seu, no al latte crudo ai bambini

L’infezione Seu torna a fare paura in Puglia. Nelle scorse settimane, infatti, altri due bambini, ...

Condividi con un amico