Home » Benessere » Brescia, posa della prima pietra da parte del presidente Formigoni, per inizio lavori al Civile

Brescia, posa della prima pietra da parte del presidente Formigoni, per inizio lavori al Civile

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, con la cerimonia della posa della prima pietra, ha aperto il cantiere degli Ospedali Civili di Brescia che porterà all’edificazione di nuove strutture e alla ristrutturazione di alcune aree esistenti. Hanno preso parte all’evento anche l’assessore provinciale Sala, il vice sindaco Rolfi, il rettore dell’Università, Augusto Preti, e il direttore generale dell’Azienda ospedaliera, Cornelio Coppini.

La più importante delle nuove strutture ospiterà il nuovo blocco operatorio, disposto su due piani, con 17 sale operatorie, nuovi reparti di radiologia e neuroradiologia, un centro trasfusionale, la rianimazione e un’area adibita a degenza con un totale di 160 posti letto.

Inoltre, sarà istituito un comparto che prevede la costruzione del blocco operatorio pediatrico, del nuovo reparto di ginecologia e di 9 sale parto.

Ci saranno anche delle modifiche nell’area delle degenze, che saranno rese più conformi agli standard di comfort e qualità secondo gli orientamenti con cui Regione Lombardia sta riqualificando la sua intera rete ospedaliera.

Il presidente Formigoni ha così commentato: “L’obiettivo è quello di creare un ospedale capace di garantire quell’alta qualità delle cure oggi indispensabili per soddisfare un’attesa di salute più complessa e diversificata.

Il nuovo modello di ospedale è pensato collocando la persona al centro dell’attività e, quindi, immaginando che la persona rimanga ferma e, intorno a lei, si muova l’ospedale.

Per far questo è necessario utilizzare tutto ciò che l’innovazione tecno-scientifica, le conquiste della scienza medica e le conoscenze avanzate nel campo organizzativo-gestionale mettono a disposizione.

Il nostro obiettivo è di diffondere questo modello a tutta la Bergamo, Vimercate, Niguarda, Legnano e Como, per poi estenderlo passo dopo passo alle altre aziende ospedaliere. La sanità bresciana può contare su diversi presidi e diverse eccellenze, ma la vera forza è quella della rete e di una collaborazione che si deve fare sempre più stretta”.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: ecco come muoversi prima che inizino le scuole

Ormai è legge e le proteste non valgono più niente. Una legge che tende a ...

Condividi con un amico