Home » Benessere » Una provocazione della psicologia sul concetto di tradimento

Una provocazione della psicologia sul concetto di tradimento

Spero con questo articolo di non attirarmi troppi nemici, il mio lavoro non è quello di essere buono e ipocrita, ma quello di proporre analisi di squarci di realtà e di sollevare interrogazioni su se stessi e perché no sulle proprie certezze.

L’argomento che tratterò è forse il più discusso in assoluto: cosa si intende per tradimento.

Il primo punto che credo possa essere il cardine su cui far ruotare questa disamina è il vero tradimento: che consiste nel tradire il proprio essere se stessi e quel sano senso egoico che ci ripropone quel termine tanto osteggiato eticamente ma che ci offre il primo canone di discernimento, il piacere/dispiacere.

Ed è proprio la religione e la filosofia ad aprirci la via regia con due assunti noti a molti, ma non da tutti evidentemente compresi: ama il prossimo tuo come TE STESSO e CONOSCI TE STESSO.

Da qui possiamo continuare su una proposizione chiara, ovvero che il primo tradimento in realtà è una delusione delle aspettative poiché in quell’atto per noi di abbandono, di scelta di altro da noi, vi è non l’autocoscienza delle motivazioni per cui abbiamo trovato in un terzo quello che noi non avevamo più saputo proporre, ma la caduta e la depauperazione di quei sogni, aspettative, progettualità che noi avevamo delegato alla sua volontà con l’assurda presunzione che avrebbe dovuto portarle a compimento perché ci amava e, pertanto, meritavamo di essere amati.

Ecco perché il primo tradimento è quello verso noi stessi, è quello verso le nostre aspettative nonchè i nostri investimenti sull’altro.

Il secondo punto è la differenza fondamentale non solo tra amore e sesso che sono due cose scisse e che solo talvolta combaciano, ma tra la modalità di vivere il sesso con la/il partner stabile e quella/o occasionale di turno. Se l’uomo come la donna d’altronde non toglie nè tempo, nè attenzioni, nè conduce tensioni all’interno dell’equilibrio della coppia, e vive il rapporto occasionale come una parentesi egoica che si esaurisce al pari della visione di un film hard (con evidente occasione onanistica), questo non può essere definito tradimento; di contro una qualsiasi infatuazione anche senza il coito verso la persona agognata ma unicamente con il cambiamento delle modalità relazionali all’interno delle dinamiche di coppia quello allora sì che è tradimento.

Per cui, deresponsabiliziamo i nostri genitali nell’adulterio e cerchiamo una visione di autocoscienza dei sentiti per definire cosa possa essere a rischio per un rapporto e cosa possa portarci ad esclamare:” tu mi hai tradito”.

Ovviamente il mio è solo uno spunto di riflessione a cui consiglio di aggiungere la lettura dei seguenti libri: “Amare tradire e Eros e pathos” di A.Carotenuto ed. Bompiani e “Le cose dell’amore” di U.Galimberti

Dr. Paolo Pozzetti
Psicologo Psicoterapeuta

admin

17 commenti

  1. Lei tradisce dottore???

  2. dalle argomentazioni trattate nell’articolo..potrebbe trasparire molto chiaramente che anche lei tradisce..ma chi non lo fa, o meglio, chi non vorrebbe farlo? e la giustificazione che diamo tutti è sempre la stessa…non si può definire tradimento!!!
    “Se l’uomo come la donna d’altronde non toglie nè tempo, nè attenzioni, nè conduce tensioni all’interno dell’equilibrio della coppia”….. quando invece i motivi più ricorrenti che portano a un tradimento sono legati proprio al partner che ci toglie tempo e attenzioni e alle tensioni che rompono l’equilibrio di una coppia!!! vivere il rapporto occasionale come una parentesi (più egoistica a mio avviso che egoica) che si esaurisce al pari della visione di un film hard (con evidente occasione onanistica…che sempre secondo il mio modesto parere, non guasterebbe in una coppia affiatata!), questo PUO’ essere definito tradimento, a mio avviso…ma non definirlo tale ci toglie tanti sensi di colpa e un motivo in più per non affrontare i problemi di una coppia..

    • Dr. Paolo Pozzetti

      Il concetto di morale e’ una sorta di condizione e valore personale; la mia e’ una disamina non su quello che vorremmo che fosse ma su quello che accade con franchezza e realismo. Il concetto di tradimento e’ nel privato l’altro di attenzioni materiali e comportamentali, nonché di affetto e presenza.
      Se consideriamo la pura sessualità come tradimento, allora siamo tutti traditi e traditori perché la masturbazione e’ un atto dove l’altro non c’è e dove non ci deve essere essendo un atto intimo e personale del tutto normale e fisiologico… Se a quella mano sostituiamo un volto e’ tradimento? Parlatene sinceramente col vostro partner la relazione sara’ così autentica..

  3. MA PARLA COME MAGNI DOTTO’

  4. Caro dottore, quei due puntini a fino discorso nascondono un universo…

  5. Evidentemente abbiamo gusti nel mangiare e modi nel parlare diversi,questa diversita’ probabilmente esiste anche in tante altre sfaccettature… Per rispondere a se io tradisco.. E’ evidente che per il ragionamento che invito a fare e a seguire NO.

  6. Curioso leggere quello che scrivi….
    un saluto da chi ti ha conosciuto!;O)

  7. Beh spero terry che tu mi ritrova coerente

  8. Domani visto l’interesse scaturito, uscirà un altro articolo a specifica di questo. Spero che baloo e ike saranno ” fedeli” e terry mi dia qualche indizio in più.

  9. veramente era evidente che per il ragionamento che invitava a fare e a seguire la risposta senza dubbio dovrebbe essere stata SI’!!!!

  10. Io non faccio mancare nulla alla mia relazione (anche da ciò che mi viene confermato).
    Il tradimento e’ il mancato rispetto per la felicita’ propria e dell’altro…;-)

  11. …gli indizi ci sono…

  12. questo è quello che pensa lei….ed è SOLAMENTE la sua opinione….non si può certo definire un dogma!!!!!! è SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IL SUO PENSIERO….

    “il tradimento e’ SECONDO ME il mancato rispetto per la felicita’ propria e dell’altro” forse sarebbe stato più corretto scrivere così.. 😉
    e comunque dal dizionario della lingua italiana: “tradimento = atto con cui si viene meno a un impegno, si inganna la buona fede di qualcuno” 😉

    • Dr. P. Pozzetti

      Infatti, si viene meno all’impegno del render felici l’altro ma non per via del sesso ma per via di mutamenti della condotta… Consiglio la lettura di amare tradire di A.Carotenuto

  13. CON QUALE COSCENZA

x

Guarda anche

A Roma suocera taglia gola alla nuora

Una donna è stata arrestata a Roma dalla polizia per il tentato omicidio e ferimento ...

Condividi con un amico