Home » Benessere » Dal crescione d'acqua possibile cura contro le cellule tumorali

Dal crescione d'acqua possibile cura contro le cellule tumorali

Da una ricerca contro il cancro condotta dall’Università di Southampton, coordinata dal professor Graham Packham, pubblicata sul “British Journal of Nutriton”, emerge che il crescione d’acqua, contiene fitonutrienti capaci di bloccare la crescita delle cellule tumorali.

Il crescione d’acqua è una pianta commestibile le cui foglie sono ricche di provitamine A vitamine B e C.

La pianta è già nota in medicina per le sue capacità coadiuvanti in casi di affezioni urinarie ed epatiche, ma oggi lo sarà anche per una possibile cura contro il cancro.

I ricercatori hanno scoperto i suoi effetti curativi dopo una sperimentazione fatta su un campione di 6 donne affette da tumore.

E’ stato, infatti, fatto aggiungere alle pazienti nella propria dieta, il consumo di questa pianta.

Ebbene dalle analisi effettuate alcune ore dopo il pasto, si è riscontrato che i fitonutrienti, composti naturali bioattivi, contenuti nelle foglie avevano messo in circolo un meccanismo in grado di ridurre il processo di degradazione delle proteine da parte dell’organismo.

Per esserne sicuri completamente, occorreranno altri studi, la ricerca, infatti ha interessato un numero ristretto di persone, pertanto è ancora presto per far inserire questo alimento nel ciclo abituale di cure contro il cancro.

admin

x

Guarda anche

Mammografia, cosa bisogna sapere

In Italia tra notizie vere e false che rimbalzano sui social, ormai l’approccio con la ...

Condividi con un amico