Home » Benessere » Regina Elena Roma: stimolazione cerebrale profonda per i pazienti affetti da Parkinson

Regina Elena Roma: stimolazione cerebrale profonda per i pazienti affetti da Parkinson

Al Dipartimento di Neuroscienze dell’istituto Nazionale Regina Elena di Roma parte la stimolazione cerebrale profonda che darà una nuova opportunita’ di trattamento per i pazienti affetti da Parkinson che non rispondono piu’ alle terapie farmacologiche.

Questo centro vanta una consolidata esperienza nella chirurgia stereotassica delle patologie neuro-oncologiche.

In Italia sono oltre 200 mila le persone colpite dal morbo di Parkinson, patologia neurologica degenerativa che colpisce in genere la popolazione oltre la sesta decade. Per il 25% dei pazienti, invece, la malattia fa il suo esordio prima dei 50 anni.

A tutt’oggi non c’è una cura per prevenirla e le cause sono ancora ignote. A livello cerebrale si osserva la degenerazione di alcuni neuroni capaci di rilasciare la dopamina e un’alterata comunicazione nei circuiti addetti al controllo motorio.

E proprio al Regina Elena, alcune settimane fa sono stati fatti i primi impianti di un pacemaker collegato ad elettrodi cerebrali profondi ad opera del prof. Carmine Carapella con il dott. Carlo Colosimo, neurologo dell’Universita’ La Sapienza.

admin

x

Guarda anche

Ricerca: meno emicranie con la marijuana

È il primo lavoro scientifico a legare la cannabis a uso terapeutico con una riduzione della ...

Condividi con un amico