Home » Benessere » La difficile scelta del pediatra

La difficile scelta del pediatra

Secondo un’inchiesta condotta dall’Associazione Altroconsumo nell’ambito del sistema pediatrico del Servizio sanitario nazionale, prima di scegliere il pediatra bisogna innanzitutto informarsi presso gli sportelli Asl riguardo al curriculum del medico e caratteristiche sulla sua attività professionale. Quali sono gli orari di studio o disponibilità telefonica.

Su 40 sportelli visitati, solo 26 hanno esposto l’elenco dei medici che si trovano in zona. In 12 casi, fa sapere Altroconsumo, che per ottenere una copia è necessario rivolgersi all’impiegato e fare una lunga fila.

Spesso i pediatri con posti liberi sono molto pochi, soprattutto nelle città come Milano, Napoli, Firenze e Bologna e pertanto, molte famiglie preferiscono rivolgersi ad un pediatra privato.

Ogni comune deve esserci un pediatra per ogni 600 abitanti di età tra 0 e 6 anni. Ma in pratica, succede che un pediatra si ritrovi poi ad avere in cura molti più asssititi dato che molti genitori lasciano i propri figli in cura dal pediatra fino all’età di 14 anni, anziché passarli al medico di base dopo i sei anni.

admin

x

Guarda anche

Troppo paracetamolo contro la febbre, pediatra inglese lancia l'allarme

Sale la temperatura del proprio piccolo e la tentazione di imbottirlo di paracetamolo è forte ...

Condividi con un amico