Home » Benessere » Tumore del seno: i consigli per come eseguire l'autopalpazione

Tumore del seno: i consigli per come eseguire l'autopalpazione

Il tumore al seno per fortuna sembra essere in diminuzione, sono calati i decessi e grazie anche alla prevenzione ed all’evoluzione delle terapie di questi ultimi anni, si riesce ad intervenire tempestivamente.

Oggi si tende a prescrivere farmaci “intelligenti”, meno tossici per l’organismo nonchè nuovi trattamenti mini-invasivi mirati per contrastare questo male.

Una cosa fondamentale però resta la prevenzione e nel caso del tumore al seno è importante eseguire l’autopalpazione, per togliersi qualsiasi dubbio e per potersi rivolgere subito al proprio medico curante per poter effettuare immediatamente le prime analisi.

Come eseguire l’autopalpazione del seno?
– Mettetevi davanti ad uno specchio ed osservatevi con attenzione.
– Distendete le braccia lungo i fianchi e guardate bene se notate dei cambiamenti, se si evince un rigonfiamento o un indurimento della pelle, se vi vedete un capezzolo rientrato o una differenza di misura tra i due seni.
– Poi alzate le braccia sulla testa ed osservate bene se notate uno dei particolari già citati.
– Premendo con delicatezza con pollice ed indice sul capezzolo vedete se esce secreto.
– Tenendo un braccio alzato sulla testa cominciate la palpazione con l’altra mano (mano destra, seno sinistro e viceversa) tenendo le dita della mano piatte. Procedete in senso orario. Cercate di sentire se su ogni quarto del seno, sempre tenendo il braccio sollevato, se ci sono presenti degli indurimenti, piccoli noduli o anche solo dei punti sensibili.
– Alla fine provate a palpare anche le cavità ascellari (con il braccio allungato ed appoggiato).

admin

x

Guarda anche

Nuovo vaccino contro tumore alla prostata

E’ internazionale il team di esperti che vuole proporre un vaccino in grado di sconfiggere ...

Condividi con un amico