Home » Benessere » Omeopatia: ecco alcuni rimedi per combattere i malanni di stagione

Omeopatia: ecco alcuni rimedi per combattere i malanni di stagione

L’omeopatia, può essere un’alternativa alla medicina tradizionale.

Per ogni malessere, febbre, mal di testa, per rafforzare le difese immunitarie, i sintomi di stanchezza, fra tutte le medicine cosiddette “alternative”, l’omeopatia è quella che ha riscosso un maggior successo.

Ad esempio, contro la febbre medio alta, pesantezza degli arti, dolore alla nuca, è utile il Gelsemium sempervirens, 5 granuli per 4 volte al giorno, alla diluizione 30 CH.

Con lo stesso dosaggio e con la stessa posologia, qualora siamo in presenza di una faringotonsillite, possiamo ricorrere al Mercurius cyanatus.

Quando la febbre è, invece, passata, ma restano i linfonodi ingrossati e si avvertono sudorazioni notturne, anche in questo caso possiamo aiutarci con l’ omeopatia, con il Conium maculatum, 5 granuli tutte le sere prima di coricarsi, alla 30 CH, per 3-4 settimane.

Se persistono affaticamento e debolezza, dopo un malanno di stagione, il rimedio è Phosphoricum acidum, 5 granuli alla sera per 3-4 settimane.

Per rinforzare le difese immunitarie, l’ ideale è la Tintura madre di Echinacea, una pianta molto nota per il suo effetto immunomodulante: si devono assumere 30 gocce con un po’ d’ acqua, 3 volte al giorno, in fase acuta, e 30 gocce, sempre con acqua, 2 volte al giorno, durante la convalescenza per almeno 3-4 settimane.

admin

x

Guarda anche

L’omeopatia non è contro i farmaci

Desta molto scalpore e indignazione la storia del bimbo di 7 anni entrato in coma ...

Condividi con un amico