Home » Benessere » Aids, al via in Sudafrica sperimentazione su vaccino italiano

Aids, al via in Sudafrica sperimentazione su vaccino italiano

L’Istituto Superiore di Sanità e il National Department of Health del Sudafrica hanno annunciato ieri l’inizio in Sudafrica della sperimentazione clinica di Fase II del vaccino italiano contro l’Aids, basato sulla proteina Tat di HIV-1. La sperimentazione è stata avviata su 200 volontari. Lo studio è condotto dal gruppo di ricerca italiano coordinato da Barbara Ensoli del Centro Nazionale AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità.

Lo studio sarà condotto in doppio cieco con gruppo di controllo (placebo), con 200 partecipanti dall’età compresa tra i 18 e i 45 anni. Il test è volto a valutare sicurezza ed efficienza del vaccino. Il vaccino Tat in questione ha già superato test di sperimentazione di Fase I durante i quali ha stimolato risposte immuni specifiche.

“È con queste incoraggianti premesse che inizia, oggi, in Sudafrica, la Sperimentazione Clinica ISS T-003” ha dichiarato Enrico Garaci, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. “Questa fase di studio, in particolare, è stata resa possibile da anni di ricerche frutto del finanziamento del ministero della Salute e che oggi si avvale del contributo del ministero degli Esteri poiché fa parte di un programma di cooperazione tra il Governo Italiano e il Governo Sudafricano”.

admin

Condividi con un amico