Home » Benessere » Cetrioli, sequestrati 7 quintali in Italia

Cetrioli, sequestrati 7 quintali in Italia

Sono iniziati i primi sequestri di cetrioli in Italia per prevenire il diffondersi dell’epidemia di E. Coli che sta terrorizzando la Germania. I Carabinieri dei Nas sono entrati in azione per sequestrare ben 7 quintali di cetrioli a rischio per sottoporli a controlli accurati.

Lo ha comunicato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio: “I Nas sono intervenuti sequestrando 7 quintali di cetrioli a scopo preventivo. Saranno eseguiti degli esami per verificare la presenza del batterio che ha causato 10 vittime in Germania. Il sequestro sarà sbloccato entro 24 o 36 ore”.

Ancora paura in Germania. Le autorità tedesche non sono ancora riuscite a risalire al vettore del batterio. Non sempre sarebbero, infatti, i cetrioli i responsabili del contagio di Ehec (Escherichia Coli enteroemorragica). Il batterio è stato infatti rinvenuto in una partita di cetrioli importata dalla Spagna ma non è ancora chiara quale sia l’origine della contaminazione degli stessi.

La Commissione Ue ha intanto comunicato che i primi risultati delle analisi degli esperti della sicurezza alimentare sui cetrioli arriveranno solo mercoledì. Secondo i dati in possesso della Commissione sarebbero 329 i casi di pazienti infetti in Germania, 30 in Svezia, 11 in Danimarca, 3 in Gran Bretagna, 2 in Austra e 1 in Olanda.

Si stanno ora analizzando campioni di acqua e di terra provenienti da Malaga e Almeria, città di provenienza dei cetrioli sospetti. Altre partite di cetrioli sospette sono state bloccate in Danimarca, Lussemburgo, Ungheria, Francia, Austria e Repubblica Ceca.

admin

x

Guarda anche

Nuovo farmaco contro i “super batteri”

I batteri hanno da poco imparato a ingannare l’uomo e sono diventati resistenti, potenti ma ...

Condividi con un amico