Home » Benessere » Vino rosso contro i danni cerebrali

Vino rosso contro i danni cerebrali

E’ notizia di oggi che il giornalista Lamberto Sposini, colpito da emorragia cerebrale il 29 aprile scorso, ha finalmente lasciato la Rianimazione e presenta uno stato di coscienza “soddisfacente”. I danni che può causare una emorragia cerebrale possono essere tanti e recuperabili, oppure pochi e gravissimi.

Il problema è che non è facile prevederlo. Il sangue che fuoriesce dall’arteria rotta, infatti, schiaccia la zona del cervello sulla quale si riversa e, a seconda di quale sia tale zona e di quanto estesa sia l’emorragia, si possono avere danni temporali o permanenti. Di solito sono danni legati al movimento (paralisi), alla parola, alla memoria e richiedono tanto tempo per essere superati.

La novità degli ultimi giorni viene da studi condotti da medici americani dell’Università del Texas. Non si tratta di una cura e certamente non va a sostituire le terapie mediche tradizionali, ma potrebbe essere di aiuto per lo meno a prevenire danni cerebrali, soprattutto dovuti a traumi. Questi studi hanno infatti notato che, nel vino rosso, è presente una sostanza molto potente nell’azione di “anti-ossidamento” delle arterie, il resveratrolo. Nonostante il nome difficilissimo, si tratta di un elemento benefico che, aggiunto alle normali terapie applicate alle persone con traumi cerebrali, dovrebbe facilitare e accelerare l’azione di cura. Questi studi, finora sperimentati su animali, stanno per essere applicati a pazienti umani e i risultati saranno resi noti non appena si avrà la certezza del buon funzionamento della cura.

admin

x

Guarda anche

Attenti a queste acque minerali: rischio batteri

ATTENZIONE ALLE ACQUE MINERALI Cutolo Rionero, Cutolo Rionero in Vulture e Eurospin Blues. Sono stati ...

Condividi con un amico