Home » Benessere » Alzheimer: ora si può individuare in tempo

Alzheimer: ora si può individuare in tempo

Il morbo di Alzheimer, una delle malattie più tristi del mondo … in quanto toglie progressivamente lucidità e dignità alla persona, si manifesta con il comparire di “placche” di beta-amiloide nel cervello. Solitamente, quando si scoprono queste placche, la malattia è già in atto ed è difficile anche solo provare a fermarla.

La novità che potrebbe ridare speranza viene dalla Mayo Clinic di Londra, dove alcuni ricercatori stanno completando uno studio su un gruppo di volontari settantenni perfettamente sani, per capire se sia possibile individuare l’Alzheimer prima che questo si manifesti in maniera definitiva. Hanno utilizzato la spettrometria di risonanza con protoni per determinare se qualcuno di loro presenta delle anomalie nei livelli dei metaboliti cerebrali, delle scansioni per osservare i depositi che rischiano di trasformarsi in placche, nel futuro. Inoltre si procede con test su linguaggio e memoria che verranno poi confrontati tra loro nel tempo.

Il dottor J.M. Schott ha dichiarato «Se riuscissimo a identificare le persone in cui il processo patologico è iniziato, anche se i sintomi non si sono ancora manifestati, avremmo una finestra potenziale di opportunità per nuovi trattamenti da adottare per prevenire o ritardare l’inizio della perdita di memoria e del declino cognitivo». Il rapporto tra depositi di beta-amiloide e cambiamenti metabolici nel cervello sono la prova che alcune di queste persone possono essere nelle prime fasi della malattia e, seguendo questa traccia, la ricerca continuerà con la speranza di riuscire presto a trovare il modo di bloccare l’insorgere della malattia e di trovare finalmente una cura

admin

x

Guarda anche

Sì allo sport anche per bambini affetti da malattie croniche e disabilità

Tutti i bambini dovrebbero fare sport, nessuno escluso, così da trarre beneficio dall’attività fisica e ...

Condividi con un amico