Home » Benessere » La medicina orientale contro l'infertilità

La medicina orientale contro l'infertilità

Le medicine alternative, si è sempre detto, val la pena di sperimentarle, purché non diventino mai sostitute piene della medicina tradizionale e sappiano tornare ad essa in caso di emergenza o di complicazione. Premesso questo, ci sono buone chances che la medicina orientale -e specialmente l’agopuntura- possa intervenire positivamente contro l’infertilità delle donne.

Uno studio condotto ad Adelaide (Australia) su oltre 2000 donne con problemi di fertilità, o con difficoltà a portare a termine le gravidanze, ha dimostrato che chi si sottoponeva alle terapie della Medicina Tradizionale Cinese ricavava miglioramenti e vedeva aumentare di 3,5 volte la possibilità di portare a termine una gravidanza. In gruppi più ristretti i risultati erano ancora migliori e circa il 50% delle donne trattate con MTC riusciva a rimanere incinta e a portare avanti la gravidanza. Questo potrebbe essere dovuto più che altro a un approccio medico diverso, che nelle medicine orientali è molto più concentrato sulla persona in tutti i suoi aspetti … che non sul “problema”. La donna viene seguita passo dopo passo, controllata nel suo ciclo mestruale, nei dolori, nei problemi di ansia eccetera. Insomma, l’attenzione dei medici è tutta su di lei in quanto individuo e dunque, forse per questo, più rassicurante e più facilitata a scoprire dove sia “l’intoppo”.

admin

x

Guarda anche

Come fare una dieta sana grazie alle “pause”

L’Università della Tasmania (Australia) ha condotto uno studio molto interessante su un nuovo criterio di ...

Condividi con un amico