Home » Benessere » Tumore al seno, una speranza concreta: si può curare in gravidanza

Tumore al seno, una speranza concreta: si può curare in gravidanza

L’incubo di tutte le donne, di qualsiasi età, che diventa una drammatica scelta tra vita e morte se si manifesta in gravidanza. Il tumore al seno, se preso in tempo, si può affrontare. Ma se viene trascurato può creare metastasi molto pericolose (la maggior parte delle volte, al cervello). Curarsi o attendere è un dilemma terribile, soprattutto in chi aspetta un bambino e sa che le cure potranno nuocergli.

Oggi però arriva una nuova speranza. Come spiega il dottor Frederic Amant, del Breast Cancer Center al Leuven Cancer Institute della Katholieke Universiteit Leuven (in Belgio), spesso durante la gravidanza il tumore al seno viene diagnosticato tardi, proprio perchè l’occhio del medico è ingannato dai tanti cambiamenti ormonali nel corpo della donna. Medico e paziente devono quindi monitorare anche i mesi della gravidanza, per vedere se certi cambiamenti peggiorano o si mutano ulteriormente nel corso del periodo, in quanto ciò potrebbe essere conferma della presenza tumorale.

Il dottor Amant sconsiglia vivamente la radioterapia ma non la chemio che, dice, si può iniziare anche sulle donne incinte purchè dopo il secondo o terzo trimestre. Con le conoscenze e le nuove applicazioni mediche scoperte negli ultimi anni, si può affrontare la chemioterapia con farmaci che portano il minimo disturbo all’organismo e la terapia può essere concordata con l’ausilio del ginecologo. Si può procedere con dosi basse o con farmaci specifici, in modo che non creino danni al feto. Per le donne è molto più rischioso rimandare le cure alla fine dei 9 mesi piuttosto che cominciare un leggero approccio durante il periodo.

admin

x

Guarda anche

Come fare una dieta sana grazie alle “pause”

L’Università della Tasmania (Australia) ha condotto uno studio molto interessante su un nuovo criterio di ...

Condividi con un amico