Home » Benessere » Emicrania? Affidatevi all'energia universale

Emicrania? Affidatevi all'energia universale

Si chiama REIKI (energia universale) ed è una pratica di medicina alternativa da affiancare alle cure tradizionali contro l’emicrania. Alcuni ospedali la stanno già mettendo in pratica e i risultati sono molto confortanti.

A Milano si è sperimentata questa associazione di cure per oltre ven’tanni, studiando l’evoluzione del disturbo in 38 donne sofferenti di emicrania, trattate sia con metodi tradizionali che col Reiki. I risultati hanno dimostrato che in quasi il 50% delle persone sottoposte al trattamento il dolore è diminuito notevolmente (da insopportabile a molto moderato) e di conseguenza è diminuito l’uso dei farmaci. Ogni seduta di Reiki dura circa un’ora, con ambienti di luce soffusa e in completo relax. L’operatore Reiki sfiora con le mani alcuni punti corrispondenti ai 7 chakra dell’energia umana per capire dove si concentri la tensione, quindi manipola i punti interessati per “scioglierli”. Lo scopo è quello di ripristinare lo scambio energetico tra il corpo e l’esterno.
Si tratta ovviamente di discipline orientali non da tutti accettate come terapie efficaci, ma l’accostamento delle stesse con i farmaci tradizionali aiuta i pazienti a sperimentare con fiducia. Trovando uno stato di relax al proprio interno si riesce a governare meglio anche il dolore e dunque il dosaggio della terapia medica da usare.

admin

x

Guarda anche

Come fare una dieta sana grazie alle “pause”

L’Università della Tasmania (Australia) ha condotto uno studio molto interessante su un nuovo criterio di ...

Condividi con un amico