Home » Benessere » AMAMI… e non accusarmi! I medici si difendono dalla malasanità

AMAMI… e non accusarmi! I medici si difendono dalla malasanità

AMAMI (Associazione Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente) … e non accusarmi, sembrano implorare i medici che in questi giorni si stanno riunendo a Roma per difendersi dalla malasanità. Perchè se esiste una sanità malata per troppa incompetenza è anche vero che NON SEMPRE le morti improvvise o le complicazioni sono conseguenze di incompetenza.

Nel nostro paese si tende a dare la colpa alla malasanità (malpractice, come dicono gli inglesi) troppo spesso, soprattutto al Sud. Decine e decine di denunce contro medici che poi, nel tempo, si rivelano infondate. Solo che mentre la notizia della denuncia fa molto rumore, quella della assoluzione non ne fa … e molti restano della convinzione che i medici siano tutti assassini incompetenti. Ma in medicina, in qualsiasi campo, è sempre previsto quel 2% di margine di rischio che causa una disgrazia. La medicina è una scienza, e per definizione la scienza non è perfetta … è sempre in evoluzione, impara dai propri errori.

La AMAMI, a Roma, vuole passare al contrattacco. Vuole cioè istruire i medici, sia quelli accusati ingiustamente che quelli non ancora accusati di niente, a difendersi. Mettersi nei panni del paziente, usare sempre verbi e parole “possibiliste” e mai “assolutiste”, ricordare ai pazienti che il margine di rischio esiste sempre, anche per una semplice estrazione dentale! Ma soprattutto cominciare a riconoscere i “campanelli di allarme” ovvero atteggiamenti, del paziente e dei suoi parenti, che possono sfociare in accuse di malasanità anche per una banale infezione post-operatoria. E’ ora di cercare un equilibrio, in corsia. Da parte dei medici ma anche da parte dei pazienti.

admin

x

Guarda anche

Ecco come mantenersi in forma … camminando

In teoria possiamo farlo tutti, ovunque. Non ci sarebbe certo bisogno di pagare un istruttore ...

Condividi con un amico