Home » Benessere » Oggi come in passato, l'uomo è "programmato" per mangiare

Oggi come in passato, l'uomo è "programmato" per mangiare

L’obesità che avanza e che supera ogni limite soprattutto nei Paesi occidentali, moderni e industrializzati è segno che qualcosa non va. Non si tratta solo di benessere economico, perchè pur avendo molti soldi non si mangia se non si ha lo stimolo della fame. O non si dovrebbe … ma invece così accade.

Una ricerca italiana tenta di capire il perché: il professor Palmiero Monteleone, del Dipartimento di psichiatria della Seconda Università di Napoli ha pubblicato alcuni dati a riguardo. E’ stato analizzato un gruppo di uomini e donne sani, senza disturbi alimentari i quali venivano invitati a consumare una colazione da 300 chilocalorie, composta al 77% da carboidrati, al 10% da proteine e al 13% da grassi. Un’ora dopo pranzo, essi venivano invitati a guardare e annusare il piatto preferito senza però mangiarlo… e in tutte queste occasioni dovevano registrare l’appetito che provavano.

Un mese dopo, ai partecipanti veniva chiesto di consumare, al posto del loro piatto preferito, un preparato senza sapore ma molto simile a livello di calorie e sostanze nutrienti. Nonostante la sazietà, questa volta, dopo appena un’ora di pausa molti hanno fatto il bis con il piatto che veniva loro “fatto ammirare” prima dell’assaggio. Questo dimostra che non mangiamo solo per gusto, per piacere, ma per una vera e propria spinta ancestrale che ci invita ad accumulare energie vitali in previsione di pericoli futuri. Ecco perchè i soggetti dell’esperimento mangiavano volentieri un piatto insapore solo perchè “ricordava loro” quello saporito, ed ecco perchè molti soggetti non sanno frenare l’istinto al cibo. Cosa che però dovrebbero fare, per salvare la propria salute stessa.

admin

x

Guarda anche

Troppi ragazzi saltano la colazione

Troppi ragazzi saltano la colazione e mangiano troppi grassi e zuccheri. Ad affermarlo è un’indagine ...

Condividi con un amico