Home » Benessere » Scelta del parto: un diritto da esercitare

Scelta del parto: un diritto da esercitare

Partorire in ospedale o in clinica? Naturale o col cesareo? Partorire in casa o in acqua? Domande che ricorrono continuamente nella mente delle donne che si trovano in attesa e che spesso portano a dover scegliere secondo suggerimenti sentiti a destra o a manca dalle amiche.

In realtà ogni tipo di parto comporta vantaggi e rischi e ogni paese europeo dovrebbero poter garantire alle donne una scelta guidata e ben discussa, ma anche favorita da servizi impeccabili. Da noi in Italia si è già tanto dibattuto sul parto cesareo, così abusato, e di quello naturale, migliore ma più faticoso. Nel nord Europa è tornato di moda il parto in casa, che da noi invece stenta a decollare. Considerando che in ospedale si è comunque seguiti e si può porre immediato rimedio a eventuali emergenze, c’è da dire che partorire in casa o in piscina, per esempio, può essere altrettanto sicuro. E’ vantaggioso perchè porterebbe comunque la donna a scegliere un parto naturale, diminuendo considerevolmente il ricorso al cesareo. Inoltre, per esempio col parto in acqua, diminuiscono di molto il sanguinamento, le lacerazioni e i dolori. Naturalmente qualsiasi luogo si scelga per far nascere un bambino deve prevedere l’assistenza medica qualificata, perchè le complicazioni possono insorgere ovunque e quando meno ce le si aspetta.

admin

x

Guarda anche

Ecco come mantenersi in forma … camminando

In teoria possiamo farlo tutti, ovunque. Non ci sarebbe certo bisogno di pagare un istruttore ...

Condividi con un amico