Home » Benessere » Locali per disabili, la nuova frontiera che permette proprio a tutti di divertirsi

Locali per disabili, la nuova frontiera che permette proprio a tutti di divertirsi

La “diversità” che diventa normalità. Le persone con handicap fisici che trovano spazio nella società anche per potersi divertire. E non è più solo una questione di scivole per carrozzine o di ristoranti adeguati ad accogliere chi non può muoversi bene … sempre più prendono piede i locali per non vedenti e quelli per non udenti. Che però accolgono volentieri anche chi ci vede e ci sente benissimo!

Un esempio è quello del bar “Senza Nome” di Bologna. Gestito da giovani in gamba e ricchi di idee, questo locale non si limita a servire bevande e delizie locali, ma offre anche spettacoli e serate culturali. E lo fa accogliendo tutti, sani e disabili. In modo particolare ha ideato il menù con il linguaggio LIS, quello dei non udenti, in modo tale che anche loro possano entrare e godere di una serata diversa, ordinando quello che vogliono e nel modo in cui sanno farlo meglio.

Un altro esempio era stato visto in settembre, ad Acireale, in Sicilia. Durante la locale “Fiera Artigianale dello Jonio” l’associazione onlus 104 Orizzontale aveva aperto a tutti il “Bar al Buio” prima esperienza di locale per non vedenti e ipovedenti in cui però erano accolti tutti, anche chi ci vedeva. Dentro questo bar speciale, i non vedenti si muovevano a loro agio seguendo col tatto le direzioni indicate e i menù scritti in Braille ma anche i vedenti potevano farlo, imparando a condividere spazi e linguaggi nuovi ma molto utili per vincere il pregiudizio e la paura in allegria.

admin

x

Guarda anche

Alzheimer: Google aiuta i malati. Ecco come

E’ la malattia più temuta di oggi, dopo il cancro. L’Alzheimer. Non perché sia immediatamente ...

Condividi con un amico