Home » Benessere » Infertilità maschile? Provate con le alghe

Infertilità maschile? Provate con le alghe

Sempre più dati scientifici confermano che circa il 15% delle coppie in età riproduttiva ha problemi di fertilità, in modo particolare per problemi legati alla fertilità di lui. Nel 25% dei casi, infatti, è l’uomo a non poter procreare laddove le donne sono colpevoli solo per il 10% . Più di due milioni di uomini sono sterili ed è proprio su questo che ha puntato la ricerca condotta alla Federico II di Napoli.

I ricercatori hanno condotto l’osservazione su circa 90 maschi con problemi di infertilità. Dividendo i pazienti in tre gruppi, sono stati sottoposti a diversi trattamenti: il gruppo A ad una terapia a base di tradamixina, ingrediente di un integratore alimentare basato sulle alghe ma anche elemento associato a un farmaco antiestrogeno; il gruppo B veniva trattato solo con il farmaco estrogeno; il gruppo C subiva cure placebo. Misurando il numero di gravidanze spontanee nei tre gruppi, si è visto come il Gruppo A (tradamixina + antiestrogeno), aveva prodotto 13 gravidanze dopo appena sei mesi di trattamento, quasi la metà in più rispetto al secondo gruppo. I soggetti del gruppo C avevano prodotto solo due gravidanze.
Ma l’utilizzo di metodi e terapie naturali, come quelle basate sulle alghe, o sui farmaci derivati da elementi delle alghe, non funzionano da sole se non c’è anche un contorno di fattori come buona salute dell’uomo, pochissimi (o nessun) elementi di stress e di ansia, alimentazione corretta, vita regolata.

admin

x

Guarda anche

SIDS: tra le cause l’eccesso di serotonina

L’eccesso di serotonina potrebbe essere la causa della Sindrome della morte in culla. Ad ipotizzarlo ...

Condividi con un amico