Home » Benessere » La fondazione di Sofia che sostiene Stamina

La fondazione di Sofia che sostiene Stamina

Ci sono due “Sofie” in questa storia. Una, più piccina (6 mesi appena) che non ha vissuto abbastanza da vedere la fine di questa lunga e intricata guerra di dati tra Vannoni e il Ministero. L’altra, ancora viva, che ha 3 anni, ed è la bimba simbolo dei genitori sostenitori di Stamina, la bimba per la quale si sono raccolte firme e scritti articoli su articoli. E per lei e per tutti quelli che credono ancora in Stamina c’è ora una Fondazione.

La Fondazione “Voa Voa” Onlus nasce a Firenze dalle firme della famosa attrice Gina Lollobrigida, del pilota di Superbike Michel Fabrizio, del presidente del Consiglio Comunale fiorentino Eugenio Giani, della dottoressa Cristina Pagani, dell’avvocato Giuseppe Conte, dell’editore Giovanni Gentile, di Andrea Piazzolla e dei genitori della piccola Sofia, Caterina Ceccuti e Guido De Barros.
Sono proprio questi genitori che continuano a lottare perché il mondo scientifico approvi i metodi di Vannoni e più volte hanno invitato autorità e televisioni a venire a vedere Sofia, che fino a un anno fa non si reggeva in piedi, vomitava tutto e deperiva mentre ora sta molto meglio ed è tornata a vivere. Per salvare questa bambina si è accettato di scendere a patti con Stamina e iniziare una sperimentazione congiunta con lo stato, nonostante le molte voci contrarie che ancora si levano contro Vannoni.

La Voa Voa Onlus non combatterà solo per Sofia, per la memoria dell’altra piccola Sofia e per gli altri malati in attesa delle cure di Stamina, ma combatterà perchè in Italia cambi la mentalità che definisce “sospetto e pericoloso” qualunque nuovo metodo anche se oltre i nostri confini viene approvato e già usato. Insomma, sarà una fondazione a sostegno di chiunque viva o abbia vissuto un calvario come quello di Sofia e della sua famiglia, non importa quale sia la malattia, l’età o la latitudine.

admin

x

Guarda anche

Sì allo sport anche per bambini affetti da malattie croniche e disabilità

Tutti i bambini dovrebbero fare sport, nessuno escluso, così da trarre beneficio dall’attività fisica e ...

Condividi con un amico