Home » Benessere » Genetica: il figlio "su misura" è realtà negli USA

Genetica: il figlio "su misura" è realtà negli USA

E’ uno di quei temi che non smetterà mai di far discutere, anche perchè ricorda vagamente quelle utopie naziste sulla “razza eletta” o più semplicemente ricorda una scelta al supermercato. Ma un figlio è un’altra cosa e avere la possibilità di “pianificarlo” geneticamente può essere un capriccio che sfiora la mania di grandezza se non addirittura l’immoralità. Eppure bisogna fare dei distinguo.

L’azienda americana che, in California, ha ottenuto il brevetto per questa tecnica genetica di selezione – la “23andme”- dichiara di voler permettere la “scelta” del figlio per prevenire le malattie ereditarie e dunque per preservare un innocente da una vita di sofferenze che altrimenti non sarebbe conosciuta per tempo. Ma da questo nobile scopo ad altro, molto meno nobile, il passo è breve. Se è giusto aiutare i genitori a dar la vita a figli sani e felici, lo sarà altrettanto aiutarli a sceglierne colori di pelle e capelli?

Il Family Traits Inheritance Calculator, questo il nome della tecnica selettiva, era stato inventato e sottoposto alla valutazione dei brevettatori nel 2008 ed è da allora che se ne discute. Oggi che è arrivato l’OK per il brevetto, la polemica prenderà ancora più piede. Questa tecnica, da oggi in poi, permetterà ad una coppia che faccia ricorso al seme di un donatore di selezionare quello con i tratti desiderati. Ma intervenire sulla natura per modificarla così drasticamente, oltre a essere poco morale, è anche pericoloso. Selezionando sempre soggetti sani e belli si potrebbe stravolgere l’equilibrio che permette ancora a questo pianeta di ospitarci tutti. Ne sarà valsa davvero la pena?

admin

x

Guarda anche

Sì allo sport anche per bambini affetti da malattie croniche e disabilità

Tutti i bambini dovrebbero fare sport, nessuno escluso, così da trarre beneficio dall’attività fisica e ...

Condividi con un amico