Home » Benessere » Facing AIDS: twitter contro la malattia

Facing AIDS: twitter contro la malattia

Si svolgerà domani in tutto il mondo la Giornata contro l’AIDS. Una giornata voluta nel 1988 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per diffondere la conoscenza su una malattia che allora faceva veramente paura, anche per una serie di luoghi comuni che andavano sfatati. Sono passati quasi 30 anni, ormai l’AIDS si conosce bene, si eviterebbe anche bene, ma troppa gente sembra aver dimenticato le buone regole della prevenzione, ecco perchè le giornate dell’1 dicembre sono ancora utili.

Tra le tante iniziative che domani metteranno in moto la grande macchina della campagna di prevenzione, ce n’è una particolarmente simpatica che viaggia sui cinguettii azzurri di Twitter. E’ l’iniziativa “#Facing AIDS”, metteteci la faccia. Partecipare è facile: si scarica la App, ci si scatta una foto e la si mette online spiegando come mai si è deciso di partecipare. Autoritratti in massa, facce (faces) con didascalie che possono diventare testimonianze per affrontare l’AIDS (in fondo “facing” in inglese vuol dire anche affrontare).

Potete anche andare sul sito facing.aids.gov e oltre a caricare le vostre foto potrete avere informazioni utili sulla malattia, sulle cure, sui passi della ricerca. La malattia oggi non uccide più come trent’anni fa, ma il contagio è in continuo aumento e attualmente sono 35 milioni nel mondo le persone malate, senza contare i portatori sani. Conoscere l’AIDS non significa rinunciare al sesso, come temono i giovanissimi nel loro ostinato rifiuto dei preservativi, ma solo conoscere le vie migliori per godersi un rapporto senza rischiare di ammalarsi per tutta la vita.

admin

x

Guarda anche

Sì allo sport anche per bambini affetti da malattie croniche e disabilità

Tutti i bambini dovrebbero fare sport, nessuno escluso, così da trarre beneficio dall’attività fisica e ...

Condividi con un amico