Home » Benessere » Acromatopsia, vedere il mondo in bianco e nero: la cura arriva dai geni

Acromatopsia, vedere il mondo in bianco e nero: la cura arriva dai geni

Non confondetela col daltonismo. Chi soffre di Acromatopsia soffre di una rara malattia genetica che impedisce agli occhi di percepire i colori e provoca fastidi alla vista fino a una parziale cecità. Se n’è parlato ad un convegno organizzato a Mestre dall’Associazione Acromati Italiani per discutere anche delle novità nel campo della ricerca in questo settore.

Si è discusso in particolare di uno studio americano che dimostrerebbe una nuova terapia efficace, finora testata solo sul modello animale: si tratta di una terapia genica che è attualmente in fase di approfondimento presso lo University College di Londra e che presto potrebbe essere sperimentata anche sull’uomo per poter vedere se si riesca a recuperare in parte la visione dei colori in questi soggetti. Le persone affette da Acromatopsia vivono una vita difficile: se non hanno problemi di semi-cecità devono barcamenarsi in un mondo tutto basato sui colori: semafori, segnali stradali, luci delle insegne, cartelloni pubblicitari … direzioni e indicazioni che loro non possono seguire. Questa malattia è talmente rara che è difficile anche la diagnosi, anche per questo gli “acromati” e i loro medici stanno organizzando un social network sul quale scambiarsi opinioni, idee e novità e sentirsi meno soli in una società che a stento li conosce.

admin

x

Guarda anche

Checco Zalone per raccolta fondi per sostenere piccoli affetti da Sma

Una raccolta fondi per sostenere i piccoli affetti da Sma e le loro famiglie. Dal ...

Condividi con un amico