Home » Benessere » Le italiane malate di Candida preferiscono l'astinenza alle cure

Le italiane malate di Candida preferiscono l'astinenza alle cure

Il sesso diventa una tortura per almeno 8 donne italiane su 10. Una statistica impressionante che lascia capire come vi sia una intera popolazione che non ha più -o ha raramente- rapporti intimi col partner per colpa di infezioni intime o di malattie sessualmente trasmissibili. Tra le più diffuse c’è la Candida che sembrava una cosa banale invece è un problema grave per molte.

Si comincia col prurito, si va avanti con dolore e perdite e nella maggioranza dei casi (83%) rende molto fastidioso un rapporto sessuale. Quello che preoccupa è che le donne affette da Candida non la curano, aspettano che “passi da sé”, e intanto rinunciano del tutto al sesso, come ci fa sapere la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia che ha condotto uno studio su 3.000 donne.
Donne che non sanno, o fingono di non sapere, che la Candida mal curata può essere contagiosa e dunque può mettere in pericolo anche il partner, perchè non è detto che una volta passati i fastidi si sia guarite del tutto. E’ sempre bene farsi visitare e far dire al ginecologo quando l’emergenza è finita. Ed è bene farsi prescrivere le cure adatte, anche per lenire quel dolore che rende le coccole intime una tragedia. A seguito di ciò, molte coppie entrano in crisi e una volta che qualcosa si rompe poi è molto difficile recuperare. Ora, riflettendo su ciò e sul fatto che è sempre meglio sentirsi bene che soffrire, vale davvero la pena astenersi dal fare l’amore per il bene del partner e perdere, in un colpo solo, la sua fiducia e la salute intima?

admin

x

Guarda anche

Sì allo sport anche per bambini affetti da malattie croniche e disabilità

Tutti i bambini dovrebbero fare sport, nessuno escluso, così da trarre beneficio dall’attività fisica e ...

Condividi con un amico