Home » Benessere » Una pianta, diffusa anche in Italia, curerebbe il cancro in 16 ore

Una pianta, diffusa anche in Italia, curerebbe il cancro in 16 ore

Da qualche anno gira una voce, tutta da verificare, su una pianta che ormai la gente chiama “erba miracolosa”. Si tratta della cosiddetta “Artemisina” (Artemisia Annua), di cui alcune zone d’Italia sono pienissime. Ad esempio, si trova ovunque in Sicilia. Secondo la medicina orientale, e secondo uno studio di Spirit Science and Metaphysic potrebbe essere un buon rimedio contro il cancro, sebbene vada combinata con dosi di ferro.

Già anticamente, in Cina, l’Artemisina veniva usata per curare malattie respiratorie e pare che da sola riduca del 28% le cellule tumorali del polmone. Se combinata con altri elementi (come detto, il ferro) sarebbe in grado di distruggere, in 16 ore, il 98% di un qualsiasi tumore in quanto la combinazione la rende in grado di selezionare solo le cellule malate e dunque di agire senza esitazione solo sulla massa cancerogena. Una ricerca che confermi o smentisca tutto ciò è in atto presso l’Università della California, ma i primi risultati pare stiano evidenziando che effettivamente l’azione di questa pianta “ferma il fattore di trascrizione ‘E2F1′ e interviene nella distruzione delle cellule tumorali controllando la crescita e la riproduzione delle cellule del cancro“.
Lo studio è stato condotto sia su campioni di tessuto in laboratorio che su soggetti animali e umani ed è stato testato su vari tipi di tumore, incluso quello al polmone e quello al seno. Su quest’ultimo l’Artemisina ha agito distruggendo il 75% delle cellule malate in meno di 10 ore. Prima di dare certezze, su malattie così terribili, occorre essere sicuri di quel che si studia. Per questo si va ancora con i piedi di piombo mentre le proprietà dell’Artemisina vengono studiate ulteriormente sia in America che in Asia, sia in combinazione col ferro che da sole, confrontando i vari studi che tuttavia, al momento, non fanno registrare valutazioni negative. Per chi vuol saperne di più e se la cava con l’inglese, consultate il sito che per primo ha emanato questa notizia.

admin

x

Guarda anche

La penicillina fu una scoperta italiana

E’ la solita storia dell’Italia, che arriva tardi o non capisce per tempo le scoperte ...

Condividi con un amico