Home » Benessere » Infermieri: l'Europa li recluta in Veneto

Infermieri: l'Europa li recluta in Veneto

Un Paese come la Gran Bretagna ha una storia centenaria di conquiste e colonizzazioni. E’ abituato ad avere nelle proprie città e nei propri uffici lavoratori di tutte le razze e medici e infermieri di ogni nazione affollano i suoi ospedali e centri di ricerca. Non avrebbe dunque alcun problema ad arruolare personale medico ovunque, dall’India all’Australia, dalle isola Falkland al Pakistan e l’Egitto. Eppure ha scelto il Veneto.

Non che vi sia particolare carenza di personale infermieristico, in Nord Europa, meno che mai in Inghilterra, ma il Lancashire Teaching Hospitals non ha avuto dubbi quando ha aperto le selezioni per nuovi posti di lavoro: ha scelto Venezia. E proprio qui si terranno in autunno decine di colloqui di lavoro perchè, a quanto pare, l’eccellenza dell’infermiere formatosi in Veneto non ha pari. Soddisfatto il governatore Zaia che ribadisce come “Ancora una volta la nostra Regione viene portata alla ribalta internazionale in un settore come quello sanitario che è il nostro fiore all’occhiello“.

Come dargli torto? Un’ottima opportunità per tanti validi infermieri veneti, che si spera siano altrettanto preparati nella conoscenza dell’inglese, purtroppo una lacuna diffusa tra gli studenti italiani. E’ anche vero che le eccellenze italiane dovrebbero essere impiegate in Italia e se l’interesse degli europei nei confronti dei nostri giovani è indice di rispetto e di buon funzionamento di un certo settore, è anche vero che andando a lavorare all’estero questi validi elementi lasciano ancora più povero e fragile un Paese già debilitato. Ci si augura dunque che il “fiore all’occhiello” del Veneto assuma sempre più i propri validi infermieri, invece di lasciarli partire.

admin

0 Commenti

  1. Ormai gli infermieri italiani sono ricercati come il pane. Merito della buona preparazione universitaria. Bisogna solo prestare un pò di attenzione al riconoscimento della laurea in UK, poi in percorso è tutti in discesa.

x

Guarda anche

La penicillina fu una scoperta italiana

E’ la solita storia dell’Italia, che arriva tardi o non capisce per tempo le scoperte ...

Condividi con un amico