Home » Benessere » Le capsule a "graduale rilascio di chemio" contro le metastasi

Le capsule a "graduale rilascio di chemio" contro le metastasi

Sottoporsi alla chemioterapia, a sedute massacranti di infusioni chimiche per ottenere in cambio disturbi, malesseri, la guarigione -a volte- dal tumore e lo spettro della recidiva sempre aleggiante. Per evitare il bombardamento alla cieca e gli interventi di asportazione chirurgica, alla Johns Hopkins University di Baltimora e al MIT di Boston si è lavorato in team per ottenere una soluzione particolare: le capsule a rilascio graduale.

Come riporta la rivista PNAS, i ricercatori americani hanno prima studiato gli effetti di questo trattamento sugli animali e a quanto pare i risultati sono stati soddisfacenti. In particolare si sta tentando di fermare le recidive che, come si sa, possono essere anche causate da metastasi. Ecco, è la metastasi il nemico numero uno e proprio pensando a questa si è proceduto con la creazione di queste particolari “pillole”.

Si tratta di cilindri minuscoli, contenenti circa 2 millilitri di farmaco, che vengono impiantati in prossimità delle metastasi quando sono appena formate. A questo punto, le capsule rilasceranno gradualmente una molecola (nei topi è stata usata la temozolomide) e la sostanza agirà contro le masse malate riducendole significativamente. Appositamente modificate e migliorate, queste capsule potranno essere usate anche nell’uomo e in particolare nei tumori che intaccano il cervello, dato che sulla materia cerebrale pare abbiano avuto molto successo. Potranno essere usate al posto della chemio tradizionale e integrate all’intervento chirurgico standard.

admin

x

Guarda anche

Il panico dell’attacco di panico …

Esiste una malattia che forse… non esiste. E non lo diciamo per sminuire la cosa, ...

Condividi con un amico