Home » Benessere » Le patatine OGM non fanno venire il cancro

Le patatine OGM non fanno venire il cancro

Ammalarsi di cancro mangiando patatine? Forse è un po’ esagerata come affermazione, ma sicuramente l’eccesso di fritture e di cosiddetti “cibi spazzatura” può favorire l’insorgere di malattie gravi come alcuni tipi di cancro allo stomaco e al fegato. Si sta cercando di correre ai ripari senza tuttavia togliere il gusto di mangiare una buona pietanza e per farlo ci si affida agli OGM.

L’hanno chiamata Innate Potato, ed è la patata geneticamente modificata con frammenti di Dna che spengono i quattro geni che attivano alcuni enzimi pericolosi per la salute. Questi enzimi possono permettere la diffusione di sostanze come la acrilamide che provocano danni anche a livello neurologico. Per modificare questa caratteristica, i ricercatori americani che hanno ideato la produzione di questo nuovo tubero stanno usando sempre e comunque geni della patata in modo che la variazione sia meglio tollerata dalla pianta e vi si adatti senza timore di stravolgimenti pericolosi, come a volte pare che i cibi OGM causino.
La Innate Potato, tra le altre cose, non annerisce e dunque può essere lavorata con calma durante la preparazione delle pietanze. Pietanze che molto probabilmente saranno gli hamburgers di McDonalds, prima azienda a programmare l’uso delle patate OGM per la produzione delle proprie patatine fritte. Non mancheranno le polemiche, come di fatto già sono in atto, da parte di gruppi anti OGM che si battono per una natura intatta e salva da stravolgimenti imposti dall’uomo. Sarà il tempo, e il test sulle persone, a dire chi aveva ragione. Sperando che avessero ragione gli scienziati, altrimenti qualcuno ne piangerà le conseguenze sulla propria pelle con malattie e anomalie causate dai nuovi cibi.

admin

x

Guarda anche

Menopausa e dieta: ecco come perdere peso bene

Ingrassare in menopausa è inevitabile. Molte donne lo sanno già, altre stanno per scoprirlo. Non ...

Condividi con un amico