Home » Benessere » Ecco la pillola che manda in pensione le siringhe

Ecco la pillola che manda in pensione le siringhe

E’ stato il sogno di tutti noi, da bambini: vivere tanto da vedere le odiate siringhe andare in pensione! E finalmente ci riusciremo, se sarà confermata la novità proposta da un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston, i quali hanno messo a punto una “pillola” che andrà a sostituire le odiate “punture”, sebbene in realtà ce ne metta in corpo decine di più!

Si tratta infatti di una micro-capsula che contiene al suo interno sottilissimi aghi, in pratica decine di micro-iniezioni. Nonostante ciò si può inghiottire senza alcun danno perchè soltanto una volta giunta a destinazione si aprirà rilasciando il medicinale che ciascun ago contiene. Ci siamo sempre domandati perchè i medici non usano le pillole al posto delle iniezioni, e ci sentiamo sempre rispondere che alcune medicine non si possono prendere “per bocca”. Certi antibiotici, certi farmaci anticancro, per esempio vengono assorbiti in fretta e dunque non arriverebbero ad agire nel tempo previsto. Ma se la pillola in questione, invece di sciogliersi, si deposita intera sul punto da curare e solo allora cominci a diffondere il proprio principio attivo… tutto cambia.

Per sperimentare l’invenzione, il MIT ha provato a somministrare le capsule ad alcuni maiali, usando come principio attivo dentro i mini-aghi l’insulina. Il successo è stato immediato, gli animali non hanno avuto fastidi e l’insulina è stata diffusa nell’organismo con un dosaggio controllato, proprio come se fosse una iniezione. Se ha funzionato per l’insulina, sicuramente funzionerà per tanti altri medicinali e il mondo scientifico sta già immaginando vaccini, antibiotici, chemioterapie inoculate con questa semplice “pillola”, facilitando la vita al paziente che si sentirà meno traumatizzato e anche al medico che vedrà con effetti più rapidi l’efficacia della cura.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico