Home » Benessere » Il farmaco che spegne la fame compulsiva

Il farmaco che spegne la fame compulsiva

Ci sono alcune cause della obesità che non sono legate a capriccio o a una dieta sbagliata, ma a una vera e propria malattia che porta la persona a non sentire mai soddisfazione per il desiderio della fame e dunque a non frenarsi nell’alimentazione. Una sorta di “fame compulsiva” che però ha delle conseguenze devastanti sul corpo rendendo il soggetto che ne soffre a serio rischio, anche per la vita.

Oggi, dagli USA, arriva la scoperta che forse fermerà questo fenomeno. Un farmaco chiamato memantina, individuato dai ricercatori di Boston insieme agli inglesi di Cambridge tra i tanti usati per la cura dell’Alzheimer, ma che diversamente dagli altri potrebbe avere un’azione importante sulla fame compulsiva. Una delle sue molecole attive, infatti, potrebbe fermare questo desiderio infinito di nutrirsi, agendo su una specifica area del cervello, il nucleo accumbens.

Lo hanno dimostrato i test sui topi, prima indotti al desiderio di cibo al punto da costringerli ad abbuffarsi, poi, dopo la somministrazione della memantina, ridimensionati. Una volta entrato in circolo, il farmaco riusciva a spegnere l’appetito irrefrenabile dando all’animale il senso di soddisfazione che gli mancava. La memantina dunque potrebbe entrare a pieno merito nelle cure per l’obesità e non sarebbe la prima volta che una soluzione importante si trovi in farmaci già conosciuti e usati per scopi differenti, a conferma che la ricerca ha molto da scoprire anche nell’universo noto e non solo nei misteri.

admin

x

Guarda anche

Gelato, merenda perfetta per l’estate ma quando darlo ai bambini?

Con il caldo dell’estate non c’è niente di meglio di un buon gelato da mangiare ...

Condividi con un amico