Home » Benessere » Protesi all'anca: per la prima volta al mondo su una bimba di un anno

Protesi all'anca: per la prima volta al mondo su una bimba di un anno

Le protesi sono sempre operazioni complicate, anche terribilmente fastidiose dato che -in alcuni casi- vanno sostituite dopo un determinato numero di anni. Per gli adulti è già complicato, gestirle, immaginate per un bambino. Ma non potete immaginarlo, perché non era mai successo nella storia della medicina che ad un bambino piccolo fosse impiantata una protesi interna. E’ successo, invece, qui in Italia, all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

La bimba si chiama Zoe, ha solo un anno e mezzo ma aveva già addosso un terribile tumore alle ossa. La massa malata si era manifestata nel femore e per evitare che si diffondesse bisognava asportare. Togliere via l’osso dell’anca e sostituirlo con una protesi … ma non erano mai state fabbricate protesi così piccole per pazienti non ancora in grado di camminare. Ecco perché l’intervento, primo al mondo, ha attirato l’attenzione della comunità scientifica internazionale. Per prima cosa è stato creato il dispositivo protesico, presso il Laboratorio di Tecnologia Medica diretto da Aldo Toni, con l’apporto prezioso dell’ingegnere Fulvia Taddei. Grazie alla Banca delle Cellule e del Tessuto Muscolo Scheletrico diretta da Pier Maria Fornasari si è avuto il materiale da innestare sulla protesi artificiale per ridurre l’impatto ed evitare rigetti.

E’ stata così prodotta una protesi più piccola del normale, ma ancora troppo lunga per una bimba di 18 mesi. La protesi dunque è stata modificata ancora e infine inserita nella piccola gamba. L’operazione pare sia perfettamente riuscita, sebbene Zoe sia ancora monitorata e seguita in ogni minimo cambiamento e sviluppo. Se tutto dovesse risolversi senza complicazioni, come pare stia avvenendo, l’Italia avrebbe tagliato un altro prezioso traguardo nella storia della medicina mondiale e avrebbe dato un apporto prezioso alle ricerche in questo campo, garantendo possibilmente speranza per molti altri bambini che attendono di tornare a usare i propri arti.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico