Home » Benessere » Esercitazione anti Ebola a Milano: tutto per il meglio

Esercitazione anti Ebola a Milano: tutto per il meglio

Se vi diciamo che per fare una esercitazione sono state spese 250.000 euro vi arrabbiereste? Forse sì, ma se tutti questi soldi sono stati spesi per preparare uno dei nostri maggiori aeroporti a una possibile emergenza Ebola magari potreste tollerarlo meglio. E’ quello che è avvenuto a Milano, grazie a una operazione voluta dalla Regione Lombardia e coordinata da Aeronautica Militare, la stessa regione e l’ospedale “Sacco” di Milano, uno dei centri anti Ebola attrezzati per le emergenze.

E così, un Boeing 767 è davvero atterrato a Malpensa trasportando tutto un team di esperti imbacuccati nelle loro tute isolanti, con macchinari e medicinali a servizio di una persona malata di Ebola. Il lettino del malato era posizionato all’interno di un cubo di plastica ad alto isolamento, ed era questo contenitore ad essere spostato. Dentro il cubo, il malato aveva viaggiato dall’Africa all’aereo e dall’aereo all’ospedale “Sacco” senza mai venire in contatto con il team e con altri impiegati dell’aerostazione o con i cittadini.

E’ stato visto che è possibile organizzare un trasferimento, da Malpensa a Milano, senza che la persona infetta sparga il contagio ovunque. I medici, infatti, interagiscono con lei infilando le mani in guanti isolanti già collegati con l’interno del cubo. Il metodo viene già usato per i malati di AIDS, o per i bambini prematuri, e funziona benissimo in assenza di anomalie e difetti nella copertura isolante. Giunto all’ospedale, il paziente viene posto nelle camere depressurizzate del Padiglione 62, dove l’aria viene disinfettata man mano che viene immessa dentro e anche quando viene espulsa. In poche parole, nonostante il costo elevato, l’Italia ha superato l’esame finto … sperando di non dover mai affrontare quello vero.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico