Home » Benessere » "Grasso è bello fin da piccoli": discutibile campagna di Vanity Fair

"Grasso è bello fin da piccoli": discutibile campagna di Vanity Fair

Il prestigioso magazine Vanity Fair, una delle “bibbie” della moda mondiale insieme a Vogue, lancia una campagna in favore del nuovo mercato del momento, in fortissima espansione: quello delle “curvy girls”. Iniziato come rivincita delle cicciottelle, il movimento delle ragazze tutte curve, le “curvy” appunto, sta ora diventando moda e di conseguenza anche gli stilisti cavalcano l’onda.

Promuovere un corpo imperfetto non è sbagliato, anzi… aiuta molte donne (ma anche gli uomini) a superare pregiudizi e insicurezze, permettendo loro di amarsi per come sono. Un bel messaggio, dunque, se si rimane nei limiti del giusto. Ma quando si comincia a dire che “grasso è bello” e che bisogna andar fieri della propria grassezza fin dall’asilo, le cose non funzionano più come dovrebbero. Perchè i chili di troppo, sebbene non siano sempre esteticamente brutti, sono comunque pericolosi per la salute. E non si può scherzare su questo.

L’obesità può portare alla morte come l’anoressia, e malattie come diabete, problemi cardiocircolatori, problemi epatici e cancro sono in agguato per i grassi come la bulimia e i tumori allo stomaco lo sono per gli anoressici. E se per far passare questo messaggio, già sbagliato, Vanity Fair usa modelle grasse ma ritoccate non ci sta insegnando niente, perchè comunque non mostrano il loro vero volto. E allora perchè predicare l’orgoglio della imperfezione se poi si cerca il ritocco perfetto? In verità, sarebbe bene mantenersi sempre sulla via saggia, che è la via di mezzo: essere orgogliosi di se stessi va bene, sorridere del proprio sovrappeso va bene, ma alimentare il sovrappeso nei bambini o farlo apparire come una cosa comunque sana assolutamente no.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico