Home » Benessere » Autismo e vaccini. Nessuna prova, nonostante le sentenze legali

Autismo e vaccini. Nessuna prova, nonostante le sentenze legali

Rieccola, la “bomba” dei vaccini che fanno male alla salute. Come se non bastasse essere l’ultimo Paese d’Europa a proteggersi contro le malattie e il primo ad abusare di farmaci senza criterio, ora arriva l’ennesima sentenza che metterà il terrore nella testa della gente. Ci si domanda come faccia un giudice a decretare una verità tanto estrema (“l’autismo è causato dal vaccino”) quando i migliori ricercatori del mondo non hanno ancora capito quali siano le cause dell’autismo, che di fatto rimane una delle malattie più misteriose della storia medica.

Verrebbe da dire che fa parte delle “meraviglie d’Italia”, e difatti il Ministero della Salute condannato a risarcire il danno ai genitori del bambino protagonista della vicenda, ricorrerà in appello. I fatti risalgono al 2006 quando al piccolo fu iniettato il classico vaccino esavalente contro morbillo e altre malattie contagiose. Il bambino, che oggi è autistico, avrebbe sviluppato la malattia a seguito del vaccino. Lo rivelerebbe il rapporto del medico legale nominato dal Tribunale del Lavoro di Milano, sebbene lo stesso dottore usi tempi incerti: “E’ probabile che il disturbo autistico del piccolo sia stato concausato sulla base di un polimorfismo che lo ha reso suscettibile alla tossicità di uno o più ingredienti del vaccino InfrarixHexaSk

E’ bastato questo per far dichiarare al tribunale che sì, esiste un nesso tra vaccino e autismo. La conseguenza è una condanna al Ministero della Salute “colpevole” di fornire questi vaccini che dovrà pagare la famiglia! L’autismo si studia ininterrottamente dal 1862 e fino ad oggi nessun medico, nemmeno gli illustri ricercatori di Harvard, sono riusciti a capirne le cause. La definizione delle IPOTESI di rischio finora trovate parla di: ” possibili anomalie genetiche e metaboliche, pregressi episodi familiari di autismo o di altri disordini pervasivi dello sviluppo, la nascita pretermine del bambino, carenza di vitamina D durante la gravidanza“. Nessuno parla di vaccini. Dunque tra un “probabile” e un “sarebbe”, forse si dovrebbe andare cauti con parole e sentenze. Ricordiamo che i vaccini, quelli esavalenti soprattutto, salvano vite umane. Salvano i vostri figli. E da molto più tempo dei sospetti di un tribunale.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico