Home » Benessere » E' un siciliano il dottore contagiato da Ebola

E' un siciliano il dottore contagiato da Ebola

Cinquantenne, catanese, con un passato che è tutta una gavetta nel nome della sua amata medicina. Non diremo il nome, anche per rispetto della moglie e delle figlie che hanno chiesto di non speculare su questo evento drammatico per loro, ma certamente la vita di quest’uomo coraggioso va narrata. Laureatosi giovanissimo, ha subito voluto applicarsi nella specializzazione di Malattie Infettive e si è messo a dura prova facendo servizio anche presso la Marina Militare.

Anni di pratica in diversi ospedali italiani e poi il ritorno in Sicilia, a Enna, dove lavora presso l’ospedale locale. L’amore per Emergency era inevitabile, dato il curriculum di questo medico, ed ecco quindi che nel tempo libero portava la sua esperienza medica tra i più poveri del pianeta. Quando è andato ad aiutare in Sierra Leone sapeva benissimo quali fossero i rischi e ha cercato di proteggersi finché ha potuto. Ancora da chiarire come e dove abbia contratto il virus Ebola, al quale è risultato positivo ma che ancora non si è manifestato in modo pieno nel suo corpo.

Lui, per ora, fa sapere che “sta bene”, al punto che durante il viaggio ha aiutato i colleghi medici a prendersi cura di lui facendo attenzione a non lasciarsi toccare troppo. Fonti del ministero fanno sapere che avrebbe già iniziato i trattamenti sperimentali per attaccare la malattia in tempo, sperando che gli anticorpi facciano il resto. Il virus, dopo 7 mesi di diffusione, potrebbe essersi indebolito e dunque ci sono speranze che le cose vadano per il meglio. Per il momento, però, la cosa migliore sarebbe quella di lasciar lavorare i medici e lasciare in pace la famiglia. Solo così si avrà la serenità per proseguire nelle cure.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico