Home » Benessere » Un "carroarmato" anglo-italiano contro i tumori

Un "carroarmato" anglo-italiano contro i tumori

Ancora una volta la buona notizia arriva dall’Italia, che continua a farsi onore nel campo della ricerca nonostante le mille difficoltà. Una molecola in grado di andare a stanare e uccidere il tumore sul posto è stata scoperta, infatti, da ricercatori dell’italiana Menarini in collaborazione con Oxford BioTherapeutics: funziona così, una volta rilasciata si lascia “agganciare” dall’antigene della cellula tumorale e si fa trasportare dentro la massa malata.

A quel punto, rilascia una tossina che porta con sé e annienta le cellule malate senza toccare quelle sane. La sperimentazione finora in atto sta dando risultati incoraggianti e si aspetta il passaggio ai test sull’uomo possibilmente nel 2016. Questa molecola, già ribattezzata “bomba intelligente”, sarebbe in grado di funzionare non solo con i tumori cosiddetti “solidi”, caratterizzati da masse, ma anche con le malattie del sangue e con il linfoma di Non Hodgkin.
I ricercatori italiani hanno portato avanti la ricerca non solo individuando la molecola e le sue capacità ma anche mettendo a punto il processo biotecnologico che porta alla produzione dell’anticorpo. In tal modo proveranno a usare la sua azione anche su altre malattie e seguendo altre modalità di approccio con l’organismo. Si è visto, finora, che gli effetti collaterali sono quasi del tutto assenti ma si sta verificando la cosa prima di dare il via libera all’introduzione su ampia scala.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico