Home » Benessere » Violenza sulle donne: medici come detective per fermarla

Violenza sulle donne: medici come detective per fermarla

“Sono caduta dalle scale”, “Ho fatto uno scivolone in bici” sono tante le scuse che molte donne usano per nascondere al mondo la violenza che subiscono in casa. Troppe di loro non hanno il coraggio o la voglia di denunciare, perchè assurdamente amano ancora il marito o perchè lo temono. E allora devono essere occhi esterni a capire se qualcosa non va … e chi meglio del medico di famiglia? L’idea è venuta proprio alla loro associazione nazionale, la SIMG.

Il medico generico, o “di famiglia”, conosce bene i pazienti che ha in cura e sa riconoscere una ecchimosi da caduta da una causata dalle botte. Le statistiche dicono che ogni medico di famiglia può avere a che fare con 120 donne maltrattate, nel corso della propria carriera, e può riconoscere il fenomeno al primo sguardo dopo una certa esperienza. Le donne non parlano di queste cose col medico di famiglia, ma dovrebbero. Lui è il primo, a volte l’unico, che può aiutarle davvero. Ecco che il medico può diventare detective e indagare, secondo le sue competenze, su lividi o fratture sospette. Può mettere in guardia la donna o chiamare direttamente la polizia.

Il medico, dal canto suo, non deve temere il giudizio della paziente. Anche se sulle prime sembrerà offesa o sconcertata, se subisce violenza davvero, tornerà a parlarvene. Nel corso di questi ultimi due anni sono state più di 15.000 le donne che hanno chiesto aiuto ai centri anti violenza con dati che parlano di almeno il 14,3% delle donne (di età fra 16 e 70 anni) che subiscono violenza, anche quotidianamente. I medici si facciano garanti per lo meno di un controllo, soprattutto per le donne più povere e per le immigrate che non parlano bene l’italiano e che a volte vengono alla visita col marito. Capire se ne hanno paura o meno dovrebbe essere più facile del previsto.

admin

x

Guarda anche

Uova contaminate da Fipronil: quali rischi per la salute

In Europa cresce la paura legata al caso delle uova contaminate da Fipronil, un insetticida ...

Condividi con un amico