Home » Benessere » Ossessione sesso: a Genova il primo "gruppo di sostegno anonimo"

Ossessione sesso: a Genova il primo "gruppo di sostegno anonimo"

In principio fu Mickey Rourke, reduce dal felicissimo e famosissimo film “Nove settimane e mezzo” e stravolto a tal punto dall’incontro con la conturbante Kim Basinger da aver sviluppato una sorta di dipendenza dal sesso che gli stava rovinando la vita. Da allora sono passati diversi annui e in Italia un fenomeno del genere si presenta solo oggi. A Genova, un uomo -Giovanni Caliri- ha deciso di creare un gruppo di sostegno per sesso-dipendenti!

In effetti la dipendenza da sesso è come quella dalle droghe o dall’alcol. Un vizio ossessivo che però, in questo caso, non riguarda sostanze ma persone. Bisogna far sesso sempre, ovunque, anche a pagamento, anche con sconosciute senza sapere quali e quante malattie si possono prendere. Inoltre, questa ossessione danneggia la vita sociale di questi soggetti… che possono essere uomini ma anche donne! Una ricerca dell’Associazione italiana per la Ricerca, condotta su un campione di 1100 persone, ha evidenziato come sia il 10% degli uomini a soffrire di dipendenza da sesso, e un buon 2% di donne!

Se non controllata o soddisfatta, questa ossessione può sfociare in quei casi di cronaca che diventano stupro, stalking o pedofilia. Il 55% dei sesso-dipendenti è a rischio di criminalità e anche per questo vanno aiutati. Il gruppo creato a Genova funziona come gli alcolisti anonimi, è il primo di questo genere e coinvolgerà anche esperti psicologi e criminologi, perchè troppo spesso i reati di questo tipo si svolgono su internet. La prima cosa da fare dunque è imparare a limitare l’uso del web, subito dopo capire come indirizzare la “passione” sessuale verso altri e più produttivi sfoghi. Il gruppo si riunirà al centro civico Buranello di Sampierdarena il venerdì dalle 18 alle 19.30 (per info visitate il sito: automutuoaiuto-liguria. it).

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico