Home » Benessere » Prepariamoci ad affrontare l'influenza anche col cibo

Prepariamoci ad affrontare l'influenza anche col cibo

L’influenza è già in circolazione, la campagna di vaccinazione -tra alti e bassi- va avanti, ma prima o poi tutti ci ammaleremo. Se non saranno i virus influenzali saranno colpi di freddo o indigestioni da Feste. Non è per fare i menagrami, ma bisogna essere pronti ad affrontare un periodo di malattia nel modo migliore, dato che la stagione invernale è caratterizzata anche da questo. E per affrontare una febbre o una convalescenza occorre anche il cibo, e sapere quanto e come mangiarlo.

Che la febbre colpisca lo stomaco o la gola, il mangiare durante il periodo di malattia deve essere leggero sempre e molto digeribile, ma allo stesso tempo nutriente. Bere molta acqua è il passo più importante, seguito da una continua integrazione della vitamina C. Le proteine devono essere fornite da pesce o carni bianche cucinati in modo leggero, al vapore o bolliti. Importante anche la pasta, facile da mangiare soprattutto in brodo anche quando si ha poco appetito o un principio di nausea. La pasta non deve mai mancare perchè sostiene molto l’organismo nella sua lotta.

Nei giorni della convalescenza si possono reintrodurre altri alimenti, come i pomodori, l’olio di oliva, tonno e carne rossa, sebbene in forma digeribile (tritata o omogeneizzata). Reintroducete man mano anche altre bevande oltre l’acqua, e ricordate che poco vino -nella fase di ripresa- può essere un buon medicinale! Se avete avuto problemi intestinali o di stomaco, la dieta durante e dopo la febbre deve prevedere frutta, molta acqua, patate lesse, zucchero e miele. Fette biscottate e marmellata durante la convalescenza. Se la febbre ha attaccato la gola, preferite cibi densi o liquidi e caldi (latte, creme, miele, tisane, purea…).

admin

x

Guarda anche

Menopausa e dieta: ecco come perdere peso bene

Ingrassare in menopausa è inevitabile. Molte donne lo sanno già, altre stanno per scoprirlo. Non ...

Condividi con un amico