Home » Benessere » Gli italiani pagano di tasca propria le medicine

Gli italiani pagano di tasca propria le medicine

La sanità sempre sotto tagli, le tasse sempre più in aumento e anche la spesa medica viene a pesare sulle spalle (e nelle tasche) dei comuni cittadini. Il paradosso dell’Italia, dove in teoria non si paga nulla per le cure mediche ma dove in realtà pagano tutti. Lo dicono le statistiche e le ricerche degli ultimi anni e c’è davvero da pensare!

L’aumento del ticket fa sì che la gente preferisca comprare i farmaci di tasca propria, per avere un minimo di risparmio, col risultato che l’anno scorso la spesa farmaceutica degli italiani nel totale è stata di 26,1 miliardi di euro di cui solo il 75% rimborsata. Ogni italiano spende per la propria salute una media di 436 euro, con un aumento della quota a carico dei cittadini dello 0,95% mentre quella che spetterebbe al Servizio Sanitario Nazionale diminuisce del 9,37%.

Questo significa che negli ultimi tre anni, i cittadini hanno pagato 246 milioni di euro in più per la spesa della loro salute. Parlando per numeri, ci informano che la compartecipazione è passata da 21,88 euro del 2011 a 24,1 euro a persona nel 2013, che si è avuto un aumento percentuale del 10,1. Parlando di vita vissuta questo significa che è la gente che continua a pagare e che non tutti possono permetterselo. E la conseguenza è che calano le visite mediche e la cura della salute viene sempre più trascurata.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico