Home » Benessere » Il fumo in calo, ma solo tra gli adulti

Il fumo in calo, ma solo tra gli adulti

Buone e cattive notizie dalle indagini condotte dall’ISTAT sul problema “fumo” in Italia. A quanto pare le campagne di prevenzione e informazione stanno dando qualche risultato se è vero che, rispetto agli altri anni, i fumatori sono in calo. Resistono però ancora, e con forza, i giovani che a smettere non ci pensano nemmeno!

In dettaglio, nel 2014 si dichiara fumatore il 19,5% della popolazione contro il 20,9% dei due anni precedenti. Si tratta però di adulti di età maggiore ai 18 anni. Gli uomini fumano sempre più delle donne, e sempre nella fascia di età compresa tra 25 e 35 anni. Le donne invece fumano meno, ma quando lo fanno continuano fino a oltre i 40 anni!
I giovani e gli adolescenti invece non calano di un solo punto percentuale, nelle statistiche, segno che non credono ancora ai danni del fumo che pure sono spiegati continuamente su tutti i media. La sigaretta è una abitudine dura a morire come il caffé al mattino (irrinunciabile per l’82% delle donne e il 77% degli uomini). Ma altre abitudini stanno cambiando: ad esempio quella del pranzo, che non è più un fugace panino all’ora di punta ma è tornato ad essere un pasto familiare, come la colazione.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico