Home » Benessere » Ablazione delle vene polmonari: una tecnica in uso solo a Roma e a Palermo

Ablazione delle vene polmonari: una tecnica in uso solo a Roma e a Palermo

Viene dalla Sicilia, precisamente dall’azienda ospedaliera “Villa Sofia-Cervello” di Palermo la primissima innovazione nel campo della cura di alcuni disturbi cardiaci legati ai vasi sanguigni polmonari, come per esempio la fibrillazione atriale. A Palermo è stato eseguito il primo intervento di ablazione delle vene polmonari con sistema laser.

Ha diretto l’operazione il dottor Orazio Pensabene, responsabile del laboratorio di elettrofisiologia, che insieme alla sua equipe ha preso in cura un uomo con gravi problemi di ritmo cardiaco che, una volta terminato l’intervento e i giorni di convalescenza, è tornato a casa guarito, con un ritmo cardiaco perfettamente regolato. L’uomo soffriva in particolare di fibrillazione atriale sopraventricolare, il ritmo del suo cuore era “pazzo” e non garantiva sicurezza per la sua salute. Sebbene non considerato mortale di per sé, questo problema può condurre all’ictus.
Responsabili di tutto, appunto, le vene polmonari che con la nuova tecnica di ablazione vengono fermate e isolate e dunque il ritmo cardiaco viene nuovamente regolato. L’uso del laser inoltre garantisce una minore invasività e meno disagi per il paziente. Interventi del genere, in Italia, si eseguono solo all’Umberto I di Roma e a Palermo.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico