Home » Benessere » Giovane promessa del ciclismo stroncata da leucemia fulminante

Giovane promessa del ciclismo stroncata da leucemia fulminante

Morire a 17 anni, di leucemia fulminante scambiata per semplice influenza. Succede in Toscana e stavolta costa la vita a una giovane promessa del ciclismo. Lui si chiamava Younes Fatmi, nome marocchino ma cittadinanza italiana, un figlio di quella “seconda generazione” di immigrati che oggi fa tanta paura ma non dovrebbe, perchè sono italiani come noi e rappresentano il futuro di questo Paese. Se Younes fosse vissuto, forse sarebbe diventato il Nibali di domani. Ma se n’è andato in pochi giorni senza un perchè.

Diciamo che la leucemia fulminante si chiama così proprio perchè non lascia scampo. Anche se l’avessero diagnosticata per tempo, non avrebbero potuto salvarlo. Ma è molto triste, per i familiari che rimangono, sapere che nessuno si è nemmeno mai accorto che il ragazzo avesse la malattia addosso. Younes era in ritiro con la sua squadra di ciclismo, la Juniores New Project Team di Fucecchio, quando ha cominciato a sentirsi male. Influenza, ha decretato il medico dai sintomi, e lo ha rimandato a casa a riposare. Ma a casa la temperatura sale ancora e Younes comincia a perdere sangue dall’orecchio.

Ma al Pronto Soccorso scambiano il fatto per una otite scatenata dall’influenza. Di nuovo a casa, di nuovo una visita dall’Otorino, poi però il ragazzo si aggrava. Sviene, perde sangue anche dalla bocca. Il ricovero e infine la morte. Era leucemia, ed è apparsa subito ben chiara dalle analisi. Ora i familiari disperati chiedono perchè non si sia pensato subito al prelievo di sangue, così si sarebbe capito per tempo cosa aveva il loro ragazzo. Sarebbe bastato a salvarlo? Probabilmente no. Ma chi soffre in modo atroce deve pur appigliarsi a qualcosa. Non resta che dire addio a un ragazzino coraggioso che fino alla fine, da bravo campione, ce l’ha messa tutta. A volte, però, le salite sono davvero troppo ripide.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico