Home » Benessere » Pronto negli USA il test intestinale non invasivo

Pronto negli USA il test intestinale non invasivo

La cosa brutta delle malattie gastrointestinali, oltre ai dolori e ai disagi che causano, sono gli esami. Quasi tutti invasivi, quasi sempre fastidiosi e angoscianti, creano un disturbo che si va ad aggiungere a quello della malattia in sé. Parliamo di gastroscopie e colonscopie, non certamente di giochi da niente. Solo chi le ha fatte può capire.

E chi le ha fatte chiede da tempo soluzioni diverse ma altrettanto valide, per seguire la malattia. Qualcosa si muove, grazie alla ricerca, e pare che molto presto si potranno avere esami meno fastidiosi. DiaSorin ha appena lanciato un modo di eseguire queste indagini del tratto gastrointestinale automatico e non invasivo.
Si chiama LIAISON della Calprotectina, è un test finora disponibile soltanto negli USA ma che -se funziona- potrebbe diventare presto uso comune per tutti.
La sua funzione è quella di individuare la sindrome dell’intestino irritabile e le malattie ad essa legate, tra cui anche il Morbo di Crohn, la colite ulcerosa e altre. Il vantaggio di questo nuovo esame dovrebbe essere prima di tutto la non invasività, ma in secondo luogo -e molto più importante- anche il vantaggio della resa dei risultati. Ad oggi, coi metodi tradizionali, si deve attendere anche due settimane mentre con i test automatici si avranno i dati necessari in pochissimo tempo, garantendo un miglior lavoro del medico e una più rapida guarigione dei pazienti.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico