Home » Benessere » Nell'amigdala, l'interruttore che accende la fobia

Nell'amigdala, l'interruttore che accende la fobia

La prima a capirlo fu la nostra Rita Levi Montalcini, che ricevette il Nobel proprio per aver scoperto il fattore di crescita neuronale Ngf nel 1986. Grazie a questa scoperta si sono potute studiare quelle aree, oggi chiamate BDNF (Brain-derived neurotrophic factor) che hanno portato oggi a capire qual è l’interruttore dell’ansia e di conseguenza anche della paura. Oggi queste aree non hanno più segreti al punto che si sta studiando il modo di usarle come bersaglio per nuovi farmaci ansiolitici che potranno anche liberarci dalle fobie.

Ansia e paura si attivano con lo stesso procedimento, che oggi conosciamo e possiamo provare a “spegnere”. Le ansie di solito sono generate da esperienze traumatiche che hanno scatenato le paure, paure che, se non curate, diventano fobie. E la fobia non è un capriccio da niente, ma qualcosa che arriva anche a modificare la carica ormonale di una persona e il suo umore, per sempre. La paura però non va eliminata. Essa è un utile fattore che ci aiuta a distinguere tra bene e male, tra rischio e sicurezza. Bisogna però che non degeneri in panico e fobia. In quel caso va fermata.

Il sistema che analizza il pericolo e lo discerne da altro si trova nell’Amigdala, quella parte del nostro cervello che funziona come “sistema di sicurezza” con il comando situato nel Talamo. Studiando i topi si è visto come agisce il sistema dell’archiviazione dei ricordi traumatici. Questo archivio è governato da un gruppo di neuroni che formano il nucleo paraventricolare del talamo, zona sensibilissima a qualsiasi stimolazione. Grazie a questi studi e a quelli della Montalcini, ora sappiamo dove indirizzare gli sforzi affinchè si possa “spegnere” l’interruttore delle fobie e riportare l’ansia a un livello normale, ovvero a quel livello legato all’istinto di sopravvivenze e non oltre.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico